Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 10:21

Truffa fotovoltaico, chiesto processo magnate russo 

MILANO – I pm di Milano Maurizio Ascione e Luca Poniz hanno chiesto il rinvio a giudizio dell’imprenditore russo Igor Akhmerov, uno dei titolari della società svizzera Avelar Energy Ltd appartenente al "colosso russo dell’energia Renova, facente capo" all’oligarca Viktor Vekselberg, per una serie di presunte truffe ai danni dello Stato da circa 59 milioni di euro nel settore del fotovoltaico
Truffa fotovoltaico, chiesto processo magnate russo 
MILANO – I pm di Milano Maurizio Ascione e Luca Poniz hanno chiesto il rinvio a giudizio dell’imprenditore russo Igor Akhmerov, uno dei titolari della società svizzera Avelar Energy Ltd appartenente al "colosso russo dell’energia Renova, facente capo" all’oligarca Viktor Vekselberg, per una serie di presunte truffe ai danni dello Stato da circa 59 milioni di euro nel settore del fotovoltaico.

La richiesta di processo, su cui dovrà esprimersi il gup Andrea Ghinetti, riguarda Akhmerov, 49 anni, residente a Zurigo e arrestato lo scorso luglio, e altre persone tra cui Marco Giorgi e Gianpiero Coppola, responsabili della sede milanese della Avelar Management Ltd e ritenuti, assieme all’imprenditore russo, promotori di una associazione per delinquere.

L'associazione per delinquere, come si legge nell’imputazione, avrebbe commesso "una serie indeterminata di frodi a danno del Gestore Servizi Energetici (Gse spa)" - società totalmente partecipata dal Ministero dell’Economia - "nella materia della erogazione della tariffa incentivante la produzione di energia solare". E per mettere a segno le truffe, il magnate Akhmerov e gli altri indagati si sarebbero serviti "delle società veicolo proprietarie degli impianti" fotovoltaici, dislocati principalmente in Puglia e in Basilicata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione