Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 16:52

Lotti: il Governo fa squadra con Enti locali e le cose funzionano Nodo di Bari Sud entro il 2020

BARI – "Quando si fa squadra, quando governo ed enti locali mettono la stessa maglia, le cose funzionano. E così c'è anche l’Italia che riparte". Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del consiglio Luca Lotti intervenendo oggi a Bari alla conferenza stampa di presentazione del progetto del nodo ferroviario-sud
Lotti: il Governo fa squadra con Enti locali e le cose funzionano Nodo di Bari Sud entro il 2020
BARI – "Quando si fa squadra, quando governo ed enti locali mettono la stessa maglia, le cose funzionano. E così c'è anche l’Italia che riparte". Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del consiglio Luca Lotti intervenendo oggi a Bari alla conferenza stampa di presentazione del progetto del nodo ferroviario-sud. Rivolgendosi al governatore della Puglia, Nichi Vendola, ha aggiunto: "Mentre parlava il presidente mi son detto che abbiamo trovato un nuovo ministro, un membro di maggioranza, perchè ci ha fatto tutto un quadro che condivido, anche in tema di rispetto e leale collaborazione che c'è sempre stato con noi. Spesso e volentieri - ha aggiunto Lotti – sulle riforme, su tanti argomenti politici, ci troviamo su fronti diversi, però poi quando si ha a che fare direttamente con il territorio, c'è questo bel rapporto fra due istituzioni che parlano per lo sviluppo del Paese e di tutte le sue parti".

"Rispetto al rischio di soldi che tornano a Bruxelles il governo deve intervenire e comunque va trovato un modo per riorganizzare, un modo per condividere e risistemare la strategia di un Paese sulle grandi opere", ha sottolineato poi Lotti. "La nostra impostazione di base è semplice: serve – ha spiegato Lotti – un disegno complessivo delle grandi opere del nostro Paese. Se un’opera è completa, se è finanziata, ma non c'è il racconto complessivo dell’opera, noi la mettiamo in discussione. Qui sta il racconto dello Sblocca Italia, per esempio della Napoli-Bari, perchè è un disegno che riguarda tutto il Paese. Allora è giusto che sia accentrato, così come è giusto che sia condiviso con quei territori che vedranno il loro territorio attraversato da un’opera infrastrutturale importante".

"Non lasceremo – ha concluso Lotti - che dei denari pubblici non vengano spesi come è stato fatto per i fondi strutturali, perchè è inaccettabile che l’Italia possa permettersi uno spreco di questo genere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione