Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 19:41

Al via Premio Biol Per 3 giorni Bari capitale dell'olio d'oliva

BARI - Per tre giorni Bari sarà capitale mondiale dell’olio biologico, grazie all’evento organizzato dal CiBi e promosso da Regione Puglia – Area Politiche per lo sviluppo rurale, Camera di Commercio di Bari e Città di Andria, città nella quale il concorso è nato e che ha ospitato le ultime edizioni
Al via Premio Biol Per 3 giorni Bari capitale dell'olio d'oliva
BARI – La presentazione dei 24 giurati, esperti assaggiatori di extravergini biologici, giunti dall’Italia e dall’estero, poi l’apertura della mostra - scenografica – dei circa 300 oli giunti in concorso dai vari continenti: di fatto, un viaggio attorno alla cultura e al packaging olivicolo mondiale. Infine il via con le prime sedute d’assaggio e valutazione della cerchia dei finalisti fra gli oli in concorso. Questo il programma della cerimonia d’apertura del Premio Biol, l’unico concorso internazionale per extravergini d’oliva biologici, che aprirà i battenti domani alle 10 al Palace Hotel di Bari.

Per tre giorni Bari sarà capitale mondiale dell’olio biologico, grazie all’evento organizzato dal CiBi e promosso da Regione Puglia – Area Politiche per lo sviluppo rurale, Camera di Commercio di Bari e Città di Andria, città nella quale il concorso è nato e che ha ospitato le ultime edizioni. Nonostante l’annata particolarmente sfavorevole, gli oli iscritti al concorso, ormai un punto di riferimento per il settore, sono circa 300, giunti da 14 Paesi: Albania, Arabia Saudita, Argentina, Austria, Croazia, Grecia, Israele, Portogallo, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia, Usa, e naturalmente Italia (con 65 oli pugliesi). A valutarli sarà uno dei punti di forza della manifestazione, appunto la Giuria internazionale, guidata dal capopanel Giorgio Cardone e formata da 24 elaiogheusti (molti di fatto anche importanti operatori e stakeholders) provenienti, oltre che da varie regioni italiane, anche da Cina, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Slovenia, Spagna, Tunisia, Usa.

Fra lavori della giuria e incontri tecnici per operatori e produttori – ma aperti a chiunque sia interessato, info su premiobiol.it – si arriverà alla giornata finale, venerdì mattina al Fortino S. Antonio, quando saranno proclamati i vincitori delle varie categorie: ossia del "Premio Biol" al migliore olio extravergine biologico; del "BiolPack" al miglior packaging, ossia il confezionamento di prodotto con la miglior accoppiata design-etichettatura (assegnato da una giuria ad hoc); del "BiolKids", all’olio più gradito dai giovani palati, aggiudicato da una baby Giuria delle primarie preparata ad hoc con seminari nelle scuole delle sei province pugliesi e di Calabria, Campania, Liguria, Sardegna e Lazio, culmine di un progetto formativo che ha coinvolto 900 ragazzi (con incontri anche per genitori e insegnanti). Infine, i riconoscimenti territoriali, come le Gold e Silver Medal. Il Premio Biol è patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Comune di Bari, Ifoam e AgroBioMediterraneo, e si svolge in collaborazione con Associazione BiolItalia, Gal – Le Città di Castel del Monte, Consorzio Puglia Natura, Axiom Group.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione