Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 07:34

Croccantini non pagati Pinto imputato di bancarotta

BARI - Secondo il pm, Pinto e altri due avrebbero "distrutto libri e scritture contabili rendendo impossibile la ricostruzione del patrimonio o del movimento degli affari". La società è fallita nel dicembre 2004 a causa dei debiti accumulati
Croccantini non pagati Pinto imputato di bancarotta
BARI – Ferdinando Pinto, ex gestore del teatro Petruzzelli di Bari, sarebbe stato l’amministratore di fatto di una società specializzata nella commercializzazione di croccantini e altri prodotti per animali, contribuendo al suo fallimento. Dinanzi al Tribunale di Bari Pinto è infatti imputato per bancarotta fraudolenta documentale insieme con altre due persone, gli imprenditori romani Mauro e Massimo Silvestri, legali rappresentanti della società 'Pharmacom&Pet'.

Stando alle indagini del pm di Bari Manfredi Dini Ciacci, i tre avrebbero "distrutto libri e scritture contabili rendendo impossibile la ricostruzione del patrimonio o del movimento degli affari". La società è fallita nel dicembre 2004 a causa dei debiti accumulati, alcune decine di migliaia di euro, per le forniture di croccantini e altro materiale mai pagati.

Alcuni mesi fa si è chiuso un altro processo per bancarotta a carico di Ferdinando Pinto. Nei suoi confronti i giudici del tribunale di Bari dichiararono il non luogo a procedere per prescrizione, sottolineando che non vi fosse "alcuno spazio per una sentenza di assoluzione nel merito". Il fallimento al centro del processo era quello dell’Ente artistico Teatro di Bari (già Petruzzelli), risalente al 1997, alcuni anni dopo l’incendio doloso del teatro (dell’ottobre 1991), per il quale Pinto è stato anche processato e assolto in via definitiva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione