Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 01:28

Falsi incidenti stradali 60 imputati per truffa

BARI – Con la costituzione delle parti civili, Comune di Grumo Appula e 15 compagnie assicurative, è cominciato davanti al giudice monocratico di Bari Marina Chiddo il processo nei confronti di 60 persone accusate di truffa ai danni di compagnie assicurative. Tra gli imputati ci sono medici, avvocati e presunte vittime di incidenti stradali. In particolare i quattro medici erano i periti di parte incaricati di redigere certificati attestanti – secondo l’accusa – false patologie derivanti dai sinistri (Foto archivio)
Falsi incidenti stradali 60 imputati per truffa
BARI – Con la costituzione delle parti civili, Comune di Grumo Appula e 15 compagnie assicurative, è cominciato davanti al giudice monocratico di Bari Marina Chiddo il processo nei confronti di 60 persone accusate di truffa ai danni di compagnie assicurative. Tra gli imputati ci sono medici, avvocati e presunte vittime di incidenti stradali. In particolare i quattro medici erano i periti di parte incaricati di redigere certificati attestanti – secondo l’accusa – false patologie derivanti dai sinistri.

Imputati anche due avvocati incaricati di curare le pratiche per il risarcimento danni.

Le indagini, coordinate dal pm Francesco Bretone, hanno accertato oltre 40 episodi di falsi incidenti, tra i quali anche cadute accidentali causate da buche nell’asfalto, in alcuni comuni della provincia di Bari, Binetto, Toritto, Grumo Appula e Modugno.

Stando agli accertamenti degli investigatori baresi, gli indagati avrebbero realizzato in cinque anni – dal 2006 al 2011 – una maxi truffa da oltre 300mila euro. Le accuse sono a vario titolo di truffa aggravata, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, fraudolento danneggiamento dei beni assicurati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione