Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 10:22

Escort, pm Bari valuta se ascoltare Polanco come indagata

BARI – La procura di Bari sta valutando se ascoltare come 'testimone purò o come indagata in procedimento connesso, nell’udienza del 2 marzo del processo 'escort' in corso dinanzi al tribunale, Marysthell Garcia Polanco, la dominicana al centro degli accertamenti della procura di Milano sul caso Ruby. La donna è già stata citata a deporre a Bari per la prima volta il 2 febbraio scorso, ma non si è mai presentata perchè vivrebbe in Svizzera e, quindi, finora non è stato possibile notificarle l’atto di citazione
Escort, pm Bari valuta se ascoltare Polanco come indagata
BARI – Passò un week end con Silvio Berlusconi ed altre due ragazze nel centro Messeguè a Melezzole, in Umbria, e volò da Roma e Milano con Gianpaolo Tarantini, l'allora premier e altre ragazze sull'aereo presidenziale per partecipare ad una festa ad Arcore. Si diede molto da fare Marysthell Polanco nel novembre 2008, ma agli investigatori che la interrogarono il 17 settembre 2009 non parlò mai di Silvio Berlusconi, cosa che invece potrebbe fare nell’udienza del 2 marzo prossimo quando dovrebbe essere ascoltata a Bari come testimone (o come indagata in procedimento connesso, essendo sotto indagine a Milano) nel processo a Gianpaolo Tarantini e ad altre sei persone per le 26 ragazze portate a casa di Silvio Berlusconi tra il 2008 e il 2009 affinchè si prostituissero.

"Non ho mai concesso favori sessuali in favore di terze persone su richiesta e/o dietro compenso di Gianpaolo Tarantini", disse Maristhell Polanco (al secolo Maria Esther Garcia Polanco, dominicana oggi 34enne) alla Guardia di finanza. In realtà – secondo la procura di Bari – l'ex ballerina di Colorado Caffè ebbe 400 euro per seguire Tarantini, per un week end a fine novembre 2008, nel centro Messeguè dove incontrò Silvio Berlusconi e altre ragazze: Barbara Guerra e Lucia Del Curatolo. Del premier, in quei giorni, si erano perse le tracce: "Davvero si è diffuso un giallo su dove io fossi? – disse l'allora premier il 27 novembre – ero a Milano a lavorare. Ho dato il via alle ultime decisioni, almeno venti, sull'università della Libertà". Alla Gdf, la dominicana non pronunciò mai il nome di Berlusconi. Raccontò solo che nel "novembre 2008 Tarantini mi invitò al centro benessere Messeguè dicendomi di volermi regalare un trattamento benessere. Arrivai al centro con una macchina – ed un autista – messami a disposizione da Tarantini. Lì notai la presenza di diverse altre ragazze, tra cui quella di una mia amica Barbara Guerra. Sono arrivata la sera tardi e sono ripartita il primo pomeriggio del giorno successivo". "Non si tenne nessuna festa in quella occasione - spiegò – e non vi erano altri uomini presenti ad eccezione di Gianpaolo Tarantini".

Di Polanco si hanno anche notizie il 26 novembre 2008 quando Silvio Berlusconi organizza una cena a Palazzo Grazioli alla quale invita Tarantini e le inseparabili ragazze della sua scuderia, prima tra tutte Marysthell. Ma un impegno improvviso costringe il premier a volare a Milano e la serata rischia di saltare. Gianpi coglie la palla al balzo e propone al telefono al premier "di volare tutti insieme sull'aereo presidenziale, dicendo che le ragazze abitavano a Milano e facendo credere che lui aveva un impegno di lavoro in città l’indomani mattina". Alla fine le ragazze, secondo quanto è scritto negli atti dell’inchiesta barese sulle escort, volano con Gianpi sull'aereo del capo del governo. Il velivolo atterra a Milano, ma cena e dopocena saltano e Gianpi finisce in hotel. Lì si consola dividendo la sua camera con la bellissima Marysthell.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione