Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 16:00

Bari, a Rubini direzione corteo storico S. Nicola Il Comune cerca sponsor Il regista-attore: emozionato è sempre stato il mio sogno

BARI – E' stata affidata al regista e attore Sergio Rubini la direzione artistica del corteo storico di San Nicola in programma il 7 maggio prossimo. Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha presentato in Comune le novità della prossima edizione del Corteo nicolaiano. Il regista: felice di mettermi al serviziod ella mia terra. Il Comune cerca sponsor privati per 150mila euro
Bari, a Rubini direzione corteo storico S. Nicola Il Comune cerca sponsor Il regista-attore: emozionato è sempre stato il mio sogno
BARI – Sarà affidata a Sergio Rubini la direzione artistica dell’edizione 2015 del Corteo storico di San Nicola. L’attore e regista pugliese, che ha accolto con entusiasmo la proposta dell’amministrazione comunale, firmerà il progetto artistico della rievocazione storica della traslazione delle reliquie del santo più venerato al mondo. La nuova edizione del corteo storico è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città.
 
“È tempo che Bari e i baresi recuperino fiducia in se stessi - ha esordito l’assessore alle Culture e al Turismo Silvio Maselli - Il corteo storico di San Nicola racconta del valore di 62 marinai che nel lontano 1087 fecero l’impresa della traslazione e dei finanziatori che sostennero l’invenzione di una tradizione, donando alla città che ospita le spoglie immortali del vescovo taumaturgo di Myra, un ruolo nel mondo. Va dunque compreso definitivamente che San Nicola è il nostro più potente ambasciatore. Nel rispetto rigoroso della verità storica e della sensibilità religiosa di chi venera la grandezza del santo, in ogni angolo del pianeta, Sergio Rubini ci aiuterà a costruire una narrazione efficace e innovativa, creativa ed emozionante di cosa siamo stati. E di cosa dobbiamo tornare a essere: gente audace, innovativa, ambiziosa. Una grande città: aperta, solidale, civile e competitiva. La scelta di assegnare a Rubini la direzione artistica - prosegue Maselli - avverrà ai sensi dell’articolo 57 del codice degli appalti che consente l’affidamento diretto ai titolari di diritti artistici esclusivi e si accompagna ad un bando per stimolare gli investitori privati a credere, insieme all’Amministrazione, alle potenzialità di un nuovo Corteo storico ambizioso e creativo”.
 
“Questa, per me, è un’occasione unica per chiudere un cerchio – ha dichiarato Sergio Rubini -. Ero un ragazzino quando ho assistito per la prima volta al corteo storico di San Nicola, a quella grande emozione di popolo. E non posso negare di aver sognato, un giorno, di poterlo dirigere. Oggi quel sogno si avvera. Sono lusingato di avere questa occasione per ricordare e far rivivere la  nostra comune storia, e il racconto che me ne ha fatto Silvio Maselli mi ha sinceramente emozionato. Il corteo di San Nicola è il luogo in cui si costruisce la nostra identità di baresi. La narrazione del Sud è piena di sfumature, ed è in queste sfumature che si gioca la nostra dignità. Io da barese, da pugliese, mi metto al servizio di questo evento per provare a scrivere una pagina nuova, senza nulla togliere a quanto fatto egregiamente in passato. Cercheremo di rileggere il corteo nicolaiano costruendo una storia meridionale autentica, senza falsificazioni né edulcorazioni. Darò il mio contributo mettendomi al servizio della mia terra e dei miei corregionali, e spero di esserne all’altezza. Non posso ancora dirvi  cosa ho in mente, ma partirò certamente dall’idea di un popolo che compie un viaggio avventuroso  per dar vita ad una tradizione con lo sguardo al futuro. Mi auguro che i baresi si emozionino come mi sono emozionato io quando mi hanno offerto di curarne la direzione artistica”.   
 
“In qualità di priore della Basilica di San Nicola – ha commentato padre Ciro Capotosto - non posso che confermare la nostra volontà di collaborare con l’amministrazione comunale per l’organizzazione del Corteo, come è sempre accaduto. San Nicola è un dono di tutti, e come tale va condiviso. Come questa amministrazione, anch’io ho assunto il mio nuovo ruolo da pochi mesi:  l’intenzione condivisa è quella di dar vita a questa collaborazione con uno spirito positivo per dare un volto nuovo alla città di Bari, nel segno della tradizione e nel nome di San Nicola. Se si è in grado di raccontare bene una storia, si ha la possibilità di incidere positivamente sul futuro e sulle nuove generazioni. Dunque le nostre porte sono aperte”.
 
Da ieri, inoltre, sul sito istituzionale, a questo link, è in pubblicazione l’avviso con il quale la ripartizione Culture del Comune cerca sponsor privati per la realizzazione del corteo. L’importo presunto dell’intervento di sponsorizzazione è 150.000 euro, e il termine fissato dalla procedura d’urgenza per la presentazione delle proposte è il prossimo 3 marzo.
 
“Abbiamo voluto dare la possibilità ad enti pubblici e privati, imprese e altri soggetti - commenta il sindaco Antonio Decaro - di sostenere la realizzazione del Corteo di San Nicola che inaugura tradizionalmente il maggio barese. Il coinvolgimento di sponsor privati apre una strada percorsa da tempo con successo da altri enti pubblici, in Italia come all’estero. Il nostro auspicio è, ovviamente, quello di poter contare sul contributo privato per coprire i costi di un corteo che coinvolge ogni anno circa 800 persone tra figuranti, artisti, marinai e tecnici e decine di migliaia di spettatori e che quest’anno, con la regia di Sergio Rubini, sarà ancora più suggestivo. Sono particolarmente contento che Rubini abbia accettato questa collaborazione, perché per noi era importante che lo spirito della tradizione popolare che accompagna questa manifestazione, e che ne è la forza, fosse pienamente compresa e valorizzata.  E quale interprete migliore di Rubini che è uomo del sud e che del nostro sud ha fatto il simbolo intelligente del suo racconto artistico avremmo potuto trovare? Sotto la guida di Rubini mi auguro possano continuare ad essere protagonisti attori e maestranze locali. Resta infatti comunque confermato lo strumento del bando che, sulla base del progetto artistico del regista, consentirà all’amministrazione di individuare il soggetto organizzatore del corteo come succedeva negli altri anni”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione