Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 12:13

Vertenza Auchan azienda diserta incontro al Comune di Triggiano

BARI – I rappresentanti della società Auchan non parteciperanno all’incontro organizzato per domani dal Comune di Triggiano nell’ambito della vertenza promossa dai lavoratori dell’ipermercato dopo l’annuncio del licenziamento collettivo, poi revocato, dei 119 dipendenti. La decisione, annunciata dalla stessa società in una nota, è stata presa in seguito ai "gravissimi episodi, anche violenti, che" il 30 e il 31 gennaio scorsi "sono culminati in un’occupazione del negozio protrattasi per oltre 24 ore, che hanno indotto l’azienda a una chiusura definitiva anticipata, per motivi di sicurezza"
Vertenza Auchan azienda diserta incontro al Comune di Triggiano
BARI – I rappresentanti della società Auchan non parteciperanno all’incontro organizzato per domani dal Comune di Triggiano nell’ambito della vertenza promossa dai lavoratori dell’ipermercato dopo l’annuncio del licenziamento collettivo, poi revocato, dei 119 dipendenti. La decisione, annunciata dalla stessa società in una nota, è stata presa in seguito ai "gravissimi episodi, anche violenti, che" il 30 e il 31 gennaio scorsi "sono culminati in un’occupazione del negozio protrattasi per oltre 24 ore, che hanno indotto l’azienda a una chiusura definitiva anticipata, per motivi di sicurezza, e che si è risolta solo per effetto dell’intervento dell’autorità di pubblica sicurezza".

"Fatta salva la valutazione in corso circa eventuali responsabilità civili e penali in ordine ai fatti e ai danni arrecati – è detto in una nota – Auchan ritiene che non sussistano, allo stato, i motivi per la partecipazione all’incontro organizzato presso il Comune per il giorno 3 febbraio".

"Nella giornata di venerdì 30 e sabato 31 gennaio, nonostante la disponibilità dell’azienda che si è manifestata concretamente con la revoca della procedura di mobilità – è detto nella nota - si sono verificati, in spregio a ogni regola di convivenza civile e reciproco rispetto, gravissimi episodi". L’azienda "sottolinea, con stupore, come le soluzioni concrete proposte per favorire l’occupazione – in primo luogo la presentazione, fatta da Auchan, di due importanti imprenditori del settore come possibili operatori interessati e in secondo luogo la revoca della procedura di mobilità nella giornata di sabato – siano state acquisite e utilizzate in maniera speculativa, senza apprezzarne la reale portata costruttiva". "Nonostante tutto – è detto ancora – la disponibilità dell’azienda a sviluppare un confronto costruttivo, che è stata fino ad oggi spontanea ed ininterrotta, resta piena ed immutata per favorire soluzioni con tutti gli interlocutori responsabili". "Auchan continua quindi a ricercare tutte le strade percorribili – conclude la nota – con quel senso di responsabilità che dovrebbe prevalere in tutti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione