Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 15:04

Bari, arriva Brandi sulla poltrona di vicesindaco

BARI - La giunta prima, e il consiglio comunale poi, incoronano il vicesindaco. Lungo applauso per Vincenzo Brandi che, dopo cinque mesi di incarico vacante, va ad occupare la poltrona di vice di Antonio Decaro, già offerta a suo tempo ad Angela Partipilo. Ieri mattina quindi, la giunta ha indicato il suo vice. Vincenzo Brandi è assessore al Patrimonio e all'Erp
Bari, arriva Brandi sulla poltrona di vicesindaco
BARI - La giunta prima, e il consiglio comunale poi, incoronano il vicesindaco. Lungo applauso per Vincenzo Brandi che, dopo cinque mesi di incarico vacante, va ad occupare la poltrona di vice di Antonio Decaro, già offerta a suo tempo ad Angela Partipilo. «Frau Anghela», come a suo tempo fu immediatamente battezzata la signora che avrebbe dovuto ricoprire l’incarico di numero due del Comune e di assessore al Bilancio, rinunciò per incompatibilità con altri gravosi ruoli in Camera di commercio.

Ieri mattina quindi, la giunta ha indicato il suo vice. Vincenzo Brandi è assessore al Patrimonio e all'Erp. Quarantacinque anni, laureato, coniugato e padre di due figli, è stato eletto consigliere comunale con Realtà Italia ed ha rinunciato alla poltrona nella massima assise cittadina per accettare l’incarico di assessore offertogli da Decaro.

Nel curriculum del vicesindaco un incarico di dipendente del ministero della Giustizia presso la Procura di Bari, esperienze a Milano come assistente del processo-madre di «Mani Pulite» e cinque anni come consigliere della IX circoscrizione, dal 2009 al 2014.

L’assessore Maselli ha motivato la scelta unanime: «È una persona competente che ha dimostrato in questi mesi disponibilità e abilità nella gestione dei rapporti istituzionali e politici. Metterà la sua esperienza al servizio dell’attività amministrativa e politica. Insieme al sindaco saprà essere un punto di riferimento». Decaro ha ringraziato Brandi per aver accettato l’incarico e per aver scelto di condividere gli sforzi e l’impegno per il governo della città: «Sono sicuro che sarà una valida spalla per me e una buona guida per i suoi colleghi dimostrando dedizione e voglia di lavorare».

«Soprattutto gratificato della scelta che hanno fatto i colleghi della giunta - ha detto il vicesindaco - a cui Decaro aveva chiesto di esprimersi su chi potesse essere il vice, ma anche cosciente del ruolo importante e di prestigio quanto faticoso. Sarò a disposizione, ancor più di quanto non lo abbia già fatto in questo periodo, della città, dei cittadini, della giunta e del sindaco che ha inteso darmi la fiducia».

d.d’ambrosio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione