Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 12:13

Piano paesistico,ministro plaude la Regione Puglia

ROMA - Il ministro plaude all'iniziativa della Puglia che ha anticipato altre regioni nel varo dell'importante documento paesaggistico che tutela il territorio. Alla firma a Roma presenti il Governatore e l'assessore Barbanente. Vendola: spero che non si perdano cose fatte in 10 anni
Piano paesistico,ministro plaude la Regione Puglia
BARI – "Con tanto ritardo, ma finalmente si firma un Piano paesaggistico sulla base di una norma del Codice dei Beni culturali del 2004. E’ uno strumento fondamentale che aiuta a salvaguardare il territorio e aiuterà anche a rendere più veloci e trasparenti le diverse autorizzazioni e i diversi atti amministrativi. E’ importante che le altre Regioni prendano esempio dalla Puglia". Lo ha detto il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, intervenendo a Roma alla firma del Piano assieme al presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

"Ci sono Regioni – ha detto il ministro – che sono avanti, come la Toscana, insieme a noi in questo lavoro, e altre Regioni che invece sono ferme. Io spero che la giornata di oggi serva come stimolo, e noi lavoreremo perchè serva come stimolo, e anche come riferimento perchè i contenuti di questo piano sono molto positivi e innovativi".

"Non so come sarà la Puglia del dopo Vendola. Spero che tutte le cose innovative, tutte le esperienze positive, le buone pratiche che sono state costruite in un decennio possano essere un patrimonio condiviso nel futuro". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia e leader di Sel, Nichi Vendola, rispondendo alla domanda di un giornalista, a Roma a margine della firma del piano paesaggistico regionale con il ministro dell’Ambiente, Dario Franceschini. In Puglia si voterà a maggio per trovare il successore di Vendola che lascia la presidenza dopo due mandati.

 "Naturalmente – ha concluso – c'è tanto da migliorare, tanto da fare, spero che una nuova classe dirigente sia in grado di fare ancora meglio, di svolgere i compiti fondamentali, che sono i compiti del cambiamento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione