Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 14:08

Guerra tra clan a Bari sequestrate 2 pistole

BARI – Due pistole sono state sequestrate dalla polizia nell’abitazione, al rione Picone di Bari, di Carmelo Ruggiero, di 50 anni, nel corso di perquisizioni compiute dopo l’agguato in cui è stato ucciso Nicola Lorusso, padre del presunto capoclan Umberto, assassinato con raffiche di kalashnikov lo scorso 11 gennaio
Guerra tra clan a Bari sequestrate 2 pistole
BARI – Due pistole sono state sequestrate dalla polizia nell’abitazione, al rione Picone di Bari, di Carmelo Ruggiero, di 50 anni, nel corso di perquisizioni compiute dopo l’agguato in cui è stato ucciso Nicola Lorusso, padre del presunto capoclan Umberto, assassinato con raffiche di kalashnikov lo scorso 11 gennaio. Ruggiero è accusato di detenzione illegale di armi da fuoco clandestine, ricettazione e detenzione di munizionamento.

Nella sua casa sono state trovate una pistola semiautomatica calibro 6,35 con 6 cartucce nel caricatore e con colpo in canna, e una pistola semiautomatica calibro 7,65 completa di caricatore con 9 cartucce, e 62 cartucce calibro 7,65. L’arrestato - secondo la polizia – risulta vicino al clan 'Mercantè del quartiere libertà, legame provato anche dalla presenza, su di in mobile, della foto incorniciata e con accanto una lampada votiva, ritraente Donato Sifanno, ucciso la sera del 15 febbraio 2014 nel quartiere san Paolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione