Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 18:14

«Ceri una volta» Schittulli avvelenato le indagini a Mingo

BARI - Dopo il sindaco di Bari, Antonio Decaro e il candidato presidente alla Regione per il centrosinistra, Michele Emiliano, la nostra lapide... cambia verso. Un po' per par condicio, un po' per attualità, la terza puntata della nostra web serie «Ceri una volta» sarà dedicata all'ormai ex presidente della Provincia di Bari e (possibile) candidato per il centrodestra alle prossime elezioni regionali, Francesco Schittulli
«Ceri una volta» Schittulli avvelenato le indagini a Mingo
BARI - Dopo il sindaco di Bari, Antonio Decaro e il candidato presidente alla Regione per il centrosinistra, Michele Emiliano, la nostra lapide... cambia verso. Un po' per par condicio, un po' per attualità, la terza puntata della nostra web serie «Ceri una volta» sarà dedicata all'ormai ex presidente della Provincia di Bari e (possibile) candidato per il centrodestra alle prossime elezioni regionali, Francesco Schittulli.

Mingo, il volto storico di Striscia la Notizia che cura la rubrica per la nostra testata on line «lagazzettadelmezzogiorno.it», stavolta indagherà sul giallo dell'«avvelenamento» del noto oncologo barese.

Come ci sta ormai abituando il popolare attore barese, il suo tradizionale monologo - in realtà un dialogo, rapido e costituito da pillole di satira - davanti alla lapide avrà per oggetto la (finta) tragica fine del noto medico barese che sta agitando un po’ le acque nel centrodestra soprattutto in vista dell’appuntamento alle prossime regionali.

Chi sarà stato a somministrare il veleno a Schittulli? Le sorprese non mancheranno soprattutto alla luce di alcuni «indizi» in possesso di Mingo per scoprire il caso. Appuntamento, dunque, per saperne di più, a venerdì sul nostro sito Internet (www.lagazzettadelmezzogiorno.it) per scoprire il «mistero» di Schittulli.

Intanto i nostri due precedenti video su Decaro ed Emiliano (la nostra rubrica, ricordiamo, non riguarderà solo politici) hanno registrato decine di migliaia di visualizzazione. Positivi messaggi di apprezzamento e anche inviti ad essere più «severi»: segno che la politica non viene vista di buon occhio soprattutto in questo particolare momento storico.

n. pepe

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione