Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 06:05

L'ironia delle propagini dà il via al Carnevale

di PALMINA NARDELLI
PUTIGNANO – E’ il Gruppo D’Elia il vincitore della festa delle Propaggini 2014. Festa popolare di antichissima tradizione, da sempre sospesa tra storia e leggenda, apre la strada, il 26 dicembre di ogni anno al Carnevale di Putignano, riuscendo a mantenere ancora integro il forte impatto folkloristico
L'ironia delle propagini dà il via al Carnevale
di PALMINA NARDELLI

PUTIGNANO – E’ il Gruppo D’Elia il vincitore della festa delle Propaggini 2014. Festa popolare di antichissima tradizione, da sempre sospesa tra storia e leggenda, apre la strada, il 26 dicembre di ogni anno al Carnevale di Putignano, riuscendo a mantenere ancora integro il forte impatto folkloristico. Sul palco allestito nella storica Piazza Plebiscito, si sono alternati sette gruppi, o compagnie di propagginanti, per più di cinque ore di spettacolo. Una lunga maratona in rime dialettali che pur divertendo non ha lesinato battute impietose, unite a una satira pungente che non ha risparmiato né la precedente, né l’attuale amministrazione al governo da soli sette mesi.

Bersaglio dei loro aggressivi strali i problemi più controversi e negativi di un anno che sta per finire: teatro, ospedale, raccolta differenziata, strade gruviera, ecc. Grazie ad uno schermo gigante strategicamente posizionato, tutti hanno potuto seguire , tra sprazzi di pioggia gelida e fredde folate di tramontana le esilaranti esibizioni.

Una festa molto partecipata soprattutto da giovani. Presenza particolarmente gradita dal presidente della Fondazione Carnevale, Giampaolo Loperfido, al debutto ufficiale di una manifestazione organizzata dal suo Ente che soddisfatto dichiara: “E’ andata bene, Buona la prima!" I gruppi sono stati all’altezza delle aspettative, non ci sono state cadute di stile, si deve al loro entusiasmo se lo spettacolo della Propaggine si ripete ogni anno da secoli. Confidando nella mia buona stella ero sicuro che tutto si sarebbe svolto nel migliore dei modi. Mettendo in conto anche il clima rigido, perché il freddo, in inverno è una costante per cui siamo pronti a fronteggiare la pioggia, il vento, la neve. Anche perché piantare la vite o si fa quando la terra riposa, non a caso Tirso feconda la terra quando fa freddo!”

Ora il presidente Loperfido è atteso alla prova più importante, l’allestimento della 621° edizione di una manifestazione carnevalesca le cui sfilate sono fissate per sabato 31 gennaio e per l’8, il 15 e il 17 febbraio. Positivo anche il commento del giovane sindaco Domenico Giannadrea, sin dalla più tenera età, affascinato e attratto, come spettatore, dalle Propaggini: “Il dato saliente che più mi ha colpito è stato il ritorno dei giovani a questa festa, sia in veste di protagonisti, sia come pubblico”.
Nei suoi confronti, i propagginanti non hanno molto infierito. “Ero pronto a ricevere i loro strali, probabilmente mi hanno concesso il beneficio del dubbio. Sicuramente non mi saranno risparmiati il prossimo anno, ma le propaggini, anche se si è oggetto di critica, rimane sempre una bella festa!”

Dei sette gruppi partecipanti, solo cinque sono stati premiati. Il “Gruppo D’Elia”, primo classificato, riceverà 1.300 euro; il secondo, “A Cumpagnèie d’i Uagnoun” (la compagnia dei ragazzi) 1.200 euro; a “Giungo 87” terza classificata, 1.100 euro; a “La Zizzania” 800 euro; per “Il Volto e la Maschera” 750 euro.
Il gruppo vincitore di Mario D’Elia ha abbracciato a 360 gradi una serie di argomenti puntando sull’avvicendamento amministrativo, sui giovani componenti del nuovo parlamentino locale, senza risparmiare graffianti versi alla passata amministrazione. Per il leader vincente questa è la sesta vittoria non consecutiva che va arricchire il suo palmares. . Doppiamente contento del traguardo raggiunto per due motivi. Primo “perché ho avuto al mio fianco, sul palco, anche mia figlia Alessandra perfettamente a suo agio a piantar cèpponi; secondo il secondo posto, meritato da mio figlio Massimo che segue le mie orme, militando nella compagnia dei ragazzi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione