Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 15:23

Un circo itinerante nel centro storico

di MARINA DIMATTIA
GRAVINA - Rubinetti dei cinque sensi aperti. Pronti a sgorgare percezioni trasversali. Torna a furor di popolo l’evento per eccellenza che negli anni ha incassato l’approvazione dilagante dei cittadini. Mentre svolta la sua quarta riedizione. Apoteosi della multisensorialità, si riaffaccerà domani sera nel centro storico, più orgoglioso degli anni passati, «Natale... in tutti i sensi»
Un circo itinerante nel centro storico
di MARINA DIMATTIA

GRAVINA - Rubinetti dei cinque sensi aperti. Pronti a sgorgare percezioni trasversali. Torna a furor di popolo l’evento per eccellenza che negli anni ha incassato l’approvazione dilagante dei cittadini. Mentre svolta la sua quarta riedizione. Apoteosi della multisensorialità, si riaffaccerà domani sera nel centro storico, più orgoglioso degli anni passati, «Natale... in tutti i sensi», la manifestazione macina successi a firma dell’associazione «Orgoglio Gravinese ». Protagonisti della serata: specialità culinarie tutte locali, teatro, cabaret, musica, magia e fotografia. Una sfida gastronomia e insieme culturale a colpi di pettole, focacce e cartellate, inframmezzata da spettacoli itineranti e da sculture di ghiaccio, per accontentare grandi e piccini.

A ospitare la manifestazione sarà quest’anno quella parte della Gravina che mozza il fiato: il rione Fondovito, «Il cantiere della rinascita - spiega Giuseppe Coscia, coordinatore dell’evento -. È questa una parte del centro storico nella quale imprenditori illuminati hanno deciso di investire per ridare smalto al cuore della città», continua Coscia, al lavoro con il resto della squadra come formichine industriose per la riuscita del programma. Provando a scoccare anche quest’anno sonori applausi di compiacimento. Si respirerà atmosfera natalizia anche all’interno della chiesa rupestre di San Michele delle Grotte, aperta e allestita con un presepe, e lungo calata San Giovanni.

Le sorprese viaggiano numerose. Seconda edizione del concorso dedicato a Gianfranco Bitetti, per premiare i migliori allestitori delle vie interessate dalla manifestazione. Durante il momento inaugurale, accanto ai figuranti del centro studi «Nundinae» è prevista la presenza numerosa di bambini accompagnati da anziani. Un gap generazionale insieme in prima linea, per rendere un servizio alla causa della memoria e testimoniare quello che è stato e quello che sarà. «Sarà, quella, una pagina importante del “Natale... in tutti i sensi” di quest’anno, introduzione di un progetto più ampio in collaborazione con la scuola “Michele Soranno” di Gravina che partirà a gennaio», continua Coscia. Trasuda di momenti di aggregazione e condivisione l’edizione 2014 del Natale sensoriale. Il cantiere delle sorprese sarà «aperto» domani sera, domenica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione