Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 19:39

In ospedale per cataratta cade addosso macchinario e va via con la testa rotta

BARI – In ospedale per un intervento di cataratta tornò a casa con un ferita alla testa perchè durante l'operazione gli cadde addosso il macchinario con cui il medico avrebbe dovuto operarlo di lì a pochi minuti. Indagato medico del Miulli
In ospedale per cataratta cade addosso macchinario e va via con la testa rotta
BARI – In ospedale per un intervento di cataratta tornò a casa con un ferita alla testa perchè durante l'operazione gli cadde addosso il macchinario con cui il medico avrebbe dovuto operarlo di lì a pochi minuti. I fatti risalgono al 30 ottobre 2012, scenario l’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti (Bari). Il pm della Procura di Bari Ettore Cardinali ha chiuso le indagini preliminari facendo notificare al medico un avviso di garanzia per lesioni colpose.

Il paziente, un uomo di 51 anni, era ricoverato nel reparto di oculistica per un intervento di cataratta ad un occhio. Sul lettino della sala operatoria, con l’anestesia locale già somministrata, il paziente venne colpito alla fronte dal macchinario montato sopra di lui, riportando una ferita medicata con cinque punti di sutura. Il macchinario, a disposizione da tempo del reparto di oculistica del 'Miullì nonostante dovesse essere restituito per una vertenza con la ditta fornitrice che non ne aveva neppure firmato il collaudo, si sarebbe sganciato per un difetto in una delle viti che servono per regolare il binocolo.

Il medico, nel regolare il macchinario (del peso di cinque chilogrammi) sulla base dell’altezza del paziente, ne avrebbe causato la caduta sulla testa dell’uomo, che poi denunciò l’accaduto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione