Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 23:11

Inseguimento a Bari Auto dei Cc speronata in due ai domiciliari

BARI - Due carabinieri sono rimasti feriti, per fortuna non in modo grave, dopo essere stati speronati durante un inseguimento avvenuto la notte scorsa a Bari. I due fuggitivi, un 43enne del rione Carrassi e un 29 enne della ex frazione di Carbonara, già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato
Inseguimento a Bari Auto dei Cc speronata in due ai domiciliari
BARI - Due carabinieri sono rimasti feriti, per fortuna non in modo grave, dopo essere stati speronati durante un inseguimento avvenuto la notte scorsa a Bari. I due fuggitivi, un 43enne del rione Carrassi e un 29 enne della ex frazione di Carbonara, già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato. I componenti della 'gazzellà dei carabinieri del Nucleo Radiomobile sul lungomare Traiano, nei pressi di Pane e Pomodoro, hanno ordinato l’alt ad una Renault Capture in transito, ma il conducente, dopo aver rallentato, è ripartito velocemente, innescando una fuga che si è protratta per alcuni chilometri attraverso le strade cittadine.

La vettura ha impegnato gli incroci senza la minima prudenza, tanto da mettere in serio pericolo l’incolumità degli altri automobilisti e degli stessi inseguitori, più volte speronati nel tentativo di non farsi raggiungere. L’inseguimento è terminato dall’altra parte della città, in via G. Modugno, quando si sono aggiunte altre due auto dell’Arma, proprio per scongiurare incidenti ai danni di inermi cittadini. I militari hanno sbarrato la strada ai due fuggitivi. Il conducente 43enne era sprovvisto della patente di guida in quanto revocata e, sottoposto all’alcol-test è risultato positivo con un tasso alcolemico pari al doppio del limite consentito. Per questi motivi, l’uomo dovrà rispondere anche di guida senza patente e guida in stato di ebbrezza alcoolica. Entrambi si trovano ora agli arresti domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione