Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 10:33

Due scuole occupate dagli studenti a Bari «La cultura non si taglia»

BARI – Gli studenti del liceo classico 'Socratè e del linguistico 'Marco Polò di Bari hanno bloccato le lezioni occupando gli istituti per protestare contro l'applicazione del documento "Buona scuola" e questa mattina hanno impedito l’acceso nelle scuole anche ai dirigenti scolastici e a tutto il personale, compreso quello di segreteria. "La cultura non si taglia. La cultura non si appalta. La cultura non si vende e per questo il Socrate è occupato", spiega un cartellone affisso ai cancelli di uno dei due istituti scolastici. I ragazzi riferiscono di volere dare vita a un "conflitto costruttivo"
Due scuole occupate dagli studenti a Bari «La cultura non si taglia»
BARI – Gli studenti del liceo classico 'Socratè e del linguistico 'Marco Polò di Bari hanno bloccato le lezioni occupando gli istituti per protestare contro l'applicazione del documento "Buona scuola" e questa mattina hanno impedito l’acceso nelle scuole anche ai dirigenti scolastici e a tutto il personale, compreso quello di segreteria.

"La cultura non si taglia. La cultura non si appalta. La cultura non si vende e per questo il Socrate è occupato", spiega un cartellone affisso ai cancelli di uno dei due istituti scolastici. I ragazzi riferiscono di volere dare vita a un "conflitto costruttivo".

"L'occupazione – si legge ancora nel cartellone esposto – non è un’azione di conflitto contro i nostri docenti, la nostra dirigente o le nostre famiglie. È conflitto reale, costruttivo. E' più facile tagliare, dimenticare, piuttosto che lavorare con e per gli studenti e il personale scolastico. Siamo e saremo sempre qua". Nei prossimi giorni l’occupazione potrebbe riguardare anche altri istituti. Gli istituti sono sorvegliati da personale della Digos.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione