Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 18:15

Comune Bari, Schittulli contro transfughi sua lista: «Venduti»

BARI - "E' una vergogna che chi essendo stato eletto o candidato, solo cinque mesi fa, con il mio nome possa andare a svendersi all’avversario in un momento così delicato ed importante per il destino della Puglia". Lo afferma il presidente della Provincia di Bari, l'oncologo Francesco Schittulli, commentando la scelta di nove, tra consiglieri comunali e municipali di abbandonare l'oncologo
Comune, Sel a Decaro: su dissidenti lista Schittulli «No alleanze»
Comune Bari, Schittulli contro transfughi sua lista: «Venduti»
BARI - "E' una vergogna che chi essendo stato eletto o candidato, solo cinque mesi fa, con il mio nome possa andare a svendersi all’avversario in un momento così delicato ed importante per il destino della Puglia. Così come è vergognoso e inaccettabile che vi sia, nel centrosinistra, chi voglia vincere a tutti i costi, usando anche i metodi più beceri". Lo afferma il presidente della Provincia di Bari, l'oncologo Francesco Schittulli, commentando la scelta di nove, tra consiglieri comunali e municipali di abbandonare l'oncologo.

"Quello che sta accadendo in questi giorni – aggiunge in una nota – getta un’ombra sulla legittimazione democratica delle  Primarie del centrosinistra di domenica prossima, 30 novembre. E io sono sensibilmente turbato e sconvolto da tutto questo. E' arrivato il momento che chi è portatore di valori sani nella politica, di centrodestra come di centrosinistra, smetta i panni della mitezza e della tolleranza e dica sdegnosamente a gran voce «Basta» a simili comportamenti che stanno inquinando la vita della società, dei partiti, dei movimenti, delle associazioni, del mondo del volontariato, dei giovani, dei cittadini e di tutti coloro che ancora credono, da qualunque parte stiano, che esiste un’altra agorà dove poter fare politica, confrontarsi lealmente sulle idee e sui programmi nell’interesse del cittadino, e non un mercato dove svendere la propria dignità".

"Essere stati eletti – scrive Schittulli sul suo blog – nella lista che porta il mio nome, in una coalizione di centrodestra, che si opponeva a quella di Decaro rende – soprattutto di fronte ai quotidiani reali problemi che i cittadini vivono – questo cambio di casacca ancora più inqualificabile perchè risponde solo a liturgie da vecchia deplorevole politica". "La Politica - aggiunge – non può soprassedere al doveroso rispetto della volontà degli elettori e non può essere vincolata a scelte di mera convenienza". "Il tentativo di dissimulazione pornografica che Emiliano usa riguardo a quello che è accaduto – conclude - aggiunge vergogna alla vergogna!".

Poi continua Schittulli: "Voglio credere alla bontà delle parole del sindaco Antonio Decaro che mi ha voluto testimoniare la sua completa estraneità sul passaggio al centrosinistra dei consiglieri eletti dal Movimento Politico Schittulli al Comune di Bari. Sono convinto che mi abbia detto il vero, anche quando ha ribadito che non vi sarà nessuna "ricompensa" sul piano politico-amministrativo. E credo a tutto questo perchè già ieri ho individuato in Michele Emiliano colui che ha reali interessi a favorire questo tipo di comportamenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione