Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 23:21

Bari, entro il 2015 10mila contatori di nuova generazione

BARI – Nel 2015 saranno installati in alcune zone di Bari oltre 10mila contatori di nuova generazione, collegati tra di loro attraverso un’infrastruttura di comunicazione unica, in grado di monitorare l’erogazione di più servizi: oltre al gas, sono inclusi quelli d’acqua e di pubblica utilità, come l’illuminazione e il consumo termico
Bari, entro il 2015 10mila contatori di nuova generazione
BARI – Nel 2015 saranno installati in alcune zone di Bari oltre 10mila contatori di nuova generazione, collegati tra di loro attraverso un’infrastruttura di comunicazione unica, in grado di monitorare l’erogazione di più servizi: oltre al gas, sono inclusi quelli d’acqua e di pubblica utilità, come l’illuminazione e il consumo termico. E’ quanto prevede la prosecuzione del progetto sperimentale di «Smart metering multiservizio», avviato nel 2010 per attività commerciali, aziende e ospedali (valore complesso 2,7 milioni di euro) e ora allargato alle famiglie.

Il progetto, sviluppato da Amgas e realizzato con la collaborazione del Comune di Bari, dell’Acquedotto pugliese e dell’Enel, è stato presentato oggi nei dettagli in occasione di 'Proenergy+Expoedil', appuntamento dedicato alla realizzazione di impianti ad alta efficienza e alla costruzione di edifici sostenibili, che si chiuderà domani alla Fiera del Levante. L'attuazione del progetto prevede ora due fasi: per la fine di maggio 2015 saranno funzionanti i primi 2.500 punti di riconsegna (2.400 contatori gas e 100 contatori dell’acqua), mentre alla fine di settembre verrà completata la messa in servizio di tutti i contatori, 9mila punti di riconsegna gas e mille di acqua. Si prevede poi, per un massimo di due anni, la verifica complessiva del funzionamento del sistema.

Il progetto pilota riguarderà i quartieri Picone, Poggiofranco e Carrassi, a ridosso del borgo Murattiano, l’area del centro storico di Loseto e la zona del lungomare di Torre a Mare-San Giorgio. I novemila clienti finali gas (e circa mille d’acqua) delle tre zone scelte per la sperimentazione del servizio avranno la possibilità di tenere sotto controllo la propria utenza: attraverso un portale web e un’app, per l'accesso in mobilità, sarà possibile conoscere, in tempo reale, i propri consumi di acqua e gas.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione