Cerca

Venerdì 17 Novembre 2017 | 20:38

Ecco Biagio Antonacci Bari in «esaurimento»

di NICOLA MORISCO
BARI - Un’altra incursione barese da tutto esaurito per Biagio Antonacci. Dopo il sold out delle due date di maggio scorso all’Arena della Vittoria, il cantautore milanese torna a Bari con «L’Amore comporta Tour 2014», un nuovo viaggio che lo porterà in giro nei palazzetti italiani. Dopo la tappa di debutto dell’8 novembre a Roma, il tour arriva al Palaflorio a Bari (info: 080.558.92.65) con ben due date: stasera e domani. Gli organizzatori, infatti, sono stati costretti a raddoppiare le date baresi, dopo aver esaurito i biglietti della prima e unica data prevista
Ecco Biagio Antonacci Bari in «esaurimento»
di NICOLA MORISCO

BARI - Un’altra incursione barese da tutto esaurito per Biagio Antonacci. Dopo il sold out delle due date di maggio scorso all’Arena della Vittoria, il cantautore milanese torna a Bari con «L’Amore comporta Tour 2014», un nuovo viaggio che lo porterà in giro nei palazzetti italiani. Dopo la tappa di debutto dell’8 novembre a Roma, il tour arriva al Palaflorio a Bari (info: 080.558.92.65) con ben due date: stasera e domani. Gli organizzatori, infatti, sono stati costretti a raddoppiare le date baresi, dopo aver esaurito i biglietti della prima e unica data prevista. Un regalo per una città cui Antonacci è molto legato, visto che il papà Paolo, recentemente scomparso, era nato a Ruvo di Puglia ed era vissuto per molti anni nel capoluogo pugliese. Per Antonacci, quindi, questo ritorno a Bari rappresenta un momento particolare della sua vita: un modo per riabbracciare virtualmente tutta la città e rivisitare i luoghi cari a suo padre e a lui che li ha frequentati da bambino.

«Pur essendo nato a Milano, Bari e la Puglia fanno parte del mio Dna: mio padre era nato a Ruvo e poi ha vissuto a Bari dove viveva anche mia nonna (via Bruno Buozzi, ndr.) che da bambino mi ospitava per le vacanze estive. Amo tutta la città, ma in particolare Bari vecchia perché è un luogo che non ha tempo e gode di un fascino immutato che perdura davvero da secoli».

In questi nuovi concerti il cantautore propone sia i brani che hanno caratterizzato il suo percorso musicale, dagli esordi fino ad oggi, sia gli inediti del suo ultimo album L’amore comporta, pubblicato lo scorso 8 aprile per Iris-Sony Music e stabile ai primi posti della classifica Fimi-Gfk degli album più venduti, che contiene brani che sono diventati già dei veri e propri successi come Ti penso raramente, Dolore e Forza e Tu sei bella.

Ad accompagnarlo sul palco, una band composta da sette elementi: Massimo Varini, Emiliano Fantuzzi e Gabriele Fersini (tutti e tre alle chitarre), Mattia Bigi (basso), Leo Di Angilla (percussioni), Alessandro Magri (tastiere e programmazioni) e Mika Ronos (batterista ventiduenne scoperto su You Tube da Biagio, che ha deciso di portarlo con sé per questa nuova tournée). In scaletta un totale di trentuno canzoni, quattro delle quali eseguite in un medley acustico, sette tratte dal presente (e dunque dall’album L’amore comporta), altre dal passato prossimo. O sono state ripescate dai primi album in studio del cantautore come nel caso di Liberatemi, ma anche l’eponimo Biagio Antonacci e Il mucchio, consegnati al mercato nella prima metà degli anni ‘90. Durante i sui concerti a Bari, Biagio non farà mancare i suoi elogi a Bari e la Puglia: «Ritengo che questa regione sia davvero un luogo unico al mondo per le sue atmosfere e per la sua incredibile bellezza – commenta -. Ma di questa regione non amo solo la terra, ma anche la forza del suo popolo. Molti pugliesi hanno reso davvero grande l’Italia nel mondo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione