Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 14:05

Il Petruzzelli dei ragazzi debutta il giovane Artù

BARI – Ha il sapore di una fiaba, una bella fiaba in musica lo spettacolo 'Il Giovane Artù, tra storia e leggenda la conquista del tronò, il secondo titolo, dopo 'Il barbiere di Siviglià, che la Fondazione Petruzzelli dedica ai ragazzi. Il lavoro, che debutta, si avvale della musica del maestro Nicola Scardicchio, uno degli allievi di Nino Rota, che ha curato anche i versi, della drammaturgia di Teresa Petruzzelli e la regia di Marinella Anaclerio. Sono già oltre 14.000 le prenotazioni provenienti dagli istituti scolastici di tutta la Puglia. Lo spettacolo sarà replicato lunedì 17, martedì 18, mercoledì 19, venerdì 21, martedì 25, mercoledì 26, giovedì 27 novembre alle 10.00 ed alle 12.00
Il Petruzzelli dei ragazzi debutta il giovane Artù
BARI – Ha il sapore di una fiaba, una bella fiaba in musica lo spettacolo 'Il Giovane Artù, tra storia e leggenda la conquista del tronò, il secondo titolo, dopo 'Il barbiere di Siviglià, che la Fondazione Petruzzelli dedica ai ragazzi. Il lavoro, che debutta domani mattina, si avvale della musica del maestro Nicola Scardicchio, uno degli allievi di Nino Rota, che ha curato anche i versi, della drammaturgia di Teresa Petruzzelli e la regia di Marinella Anaclerio.

Nello spettacolo si racconta l’infanzia e l’adolescenza di re Artù, del rapporto conflittuale con la sorellastra Morgana e della sua condizione di figlio adottivo di sir Ettore, a cui il destino ha riservato il delicato compito di allevare un futuro re. Quando nella vita di Artù appare il mago Merlino, tra i due si crea il rapporto che genera la crescita morale, culturale ed affettiva.

Si tratta di tematiche estremamente attuali, spunti - secondo gli autori – per una continua riflessione delle istituzioni a cui è affidato il compito di relazionarsi con i giovani. Bella la musica, lieve e con profonde notazioni strumentali, che con le scene e i costumi riflette l’atmosfera del IV secolo. Le note accompagnano la vicenda che si dipana tra parti cantate e altre recitate e che hanno colpito (nella prova generale) l’attenzione e la fantasia dei bambini conducendoli attraverso le avventure dei re e dei cavalieri della 'tavola rotondà. L’Orchestra del Teatro Petruzzelli è diretta dal maestro Nicola Scardicchio, il coro da Franco Sebastiani.  Le scene e i costumi sono di Tommaso Lagattolla. Ad interpretare lo spettacolo: Totò Onnis (Merlino – Arcivescovo di Brice), Carlo Callea (Il giovane Artù), Tony Marzolla (Narratore - Caio), Loris Leoci (Sir Ettore), Antonella Carone (Morgana).

Per gli spettacoli de Il Giovane Artù, la Fondazione Petruzzelli propone un nuovo strumento di dialogo: nel foyer sarà predisposta la "lavagna delle emozioni", uno spazio dedicato a tutti i ragazzi che vorranno lasciare un commento "a caldo" sulle loro sensazioni ed impressioni e sul Petruzzelli come "teatro vissuto". La nuova opera per ragazzi è un progetto a cura dell’Ufficio Scuola della Fondazione Petruzzelli ed è stata commissionata al compositore Scardicchio. L’iniziativa, voluta dal sovrintendente Massimo Biscardi, è sostenuta dall’Ufficio Scolastico Regionale e dall’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bari.

Sono già oltre 14.000 le prenotazioni provenienti dagli istituti scolastici di tutta la Puglia. Lo spettacolo sarà replicato lunedì 17, martedì 18, mercoledì 19, venerdì 21, martedì 25, mercoledì 26, giovedì 27 novembre alle 10.00 ed alle 12.00.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione