Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 05:51

Nascosto in vano tir giovane afghano in fin di vita

BARI – All’insaputa del conducente, si era nascosto in un vano strettissimo del tir che partiva dalla Grecia: nel porto di Bari gli agenti di polizia di frontiera, nel corso di controlli, hanno visto spuntare una mano dal mezzo e, anche con l’ausilio di strumenti tecnici, hanno trovato il 17enne, di nazionalità afgana, privo di sensi e in grave pericolo di vita, incastrato in una intercapedine alta 20 cm
Nascosto in vano tir giovane afghano in fin di vita
BARI – All’insaputa del conducente, si era nascosto in un vano strettissimo del tir che partiva dalla Grecia: nel porto di Bari gli agenti di polizia di frontiera, nel corso di controlli, hanno visto spuntare una mano dal mezzo e, anche con l’ausilio di strumenti tecnici, hanno trovato il 17enne, di nazionalità afgana, privo di sensi e in grave pericolo di vita, incastrato in una intercapedine alta 20 cm posta nella parte inferiore del cassone dell’automezzo pesante. Trasportato in ospedale, il ragazzo è stato tratto in salvo. Nel corso delle operazioni di sbarco dei mezzi dalla motonave proveniente dalla Grecia, gli agenti, ispezionando i mezzi pesanti nelle parti in cui potrebbero essere occultati i clandestini, hanno notato che dall’intercapedine del tir proveniente dalla Grecia spuntava la mano di una persona distesa. I poliziotti si sono subito resi conto che il ragazzo, privo di sensi, era in pericolo di vita e, faticosamente, anche con l’aiuto di strumenti tecnici, sono riusciti ad estrarre il 17enne dal vano. Una volta liberato, il ragazzo è stato trasportato al Policlinico di Bari, dove i medici sono riusciti a salvargli la vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione