Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 06:40

Morirono per crollo di palazzina a Conversano «Fu un incidente»

BARI - Fu un incidente a causare l’esplosione e il crollo di una palazzina nel centro di Conversano, il 7 giugno 2012, e la morte di Bernardino Vitto, di 32 anni, di sua moglie, Welmoed Yvonne Schotanus, di 30, e del figlio Gianni Angelo, di 18 mesi. Il pm di Bari Bruna Manganelli ha chiesto l'archiviazione del fascicolo per omicidio colposo e crollo colposo (nella foto la palazzina crollata)
Morirono per crollo di palazzina a Conversano «Fu un incidente»
BARI - Fu un incidente a causare l’esplosione e il crollo di una palazzina nel centro di Conversano, il 7 giugno 2012, e la morte di Bernardino Vitto, di 32 anni, di sua moglie, Welmoed Yvonne Schotanus, di 30, e del figlio Gianni Angelo, di 18 mesi. Il pm di Bari Bruna Manganelli ha chiesto l'archiviazione del fascicolo per omicidio colposo e crollo colposo.

La famiglia vittima, italo-olandese, era in Puglia per trascorrere le vacanze. Lo scoppio sarebbe stato causato da una fuga di gas e, stando agli accertamenti disposti dalla Procura, le stesse vittime potrebbero aver dimenticato aperta una manopola della cucina causandone la fuoriuscita e la successiva deflagrazione. Accertamenti irripetibili sulle bombole e sull'impianto che fornisce metano hanno consentito di escludere ogni altra ipotesi. L'ipotesi alla base della richiesta di archiviazione è che la coppia avesse messo a scaldare il latte per il bimbo dimenticando poi i fornelli accessi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione