Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 05:36

Dalla Puglia all’Expo 2015 fino ad arrivare in Uganda

di GIACOMO PAGONE
Dalla Puglia all’Expo 2015 di Milano, fino all’Uganda. E’ questo lo scopo di “Cuore di Puglia”, il progetto nato grazie all’alleanza di 21 Comuni pugliesi con l’obiettivo di far conoscere e divulgare le proprie identità, attraverso la partecipazione a fiere, mostre, vetrine nazionali e internazionali. Il primo grande evento cui parteciperà Cuore di Puglia, sarà dunque l’Expo
Dalla Puglia all’Expo 2015 fino ad arrivare in Uganda
di GIACOMO PAGONE

Dalla Puglia all’Expo 2015 di Milano, fino all’Uganda. E’ questo lo scopo di “Cuore di Puglia”, il progetto nato grazie all’alleanza di 21 Comuni pugliesi con l’obiettivo di far conoscere e divulgare le proprie identità, attraverso la partecipazione a fiere, mostre, vetrine nazionali e internazionali. Il primo grande evento cui parteciperà Cuore di Puglia, sarà dunque l’Expo, che si terrà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015, e registrerà la partecipazione ufficiale di 144 Paesi e 3 Organizzazioni Internazionali. Il tema dell’Expo 2015 sarà “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, e per l’occasione saranno organizzati percorsi tematici e approfondimenti riguardanti l’educazione all’alimentazione, il cibo e le risorse a livello planetario.

Cuore di Puglia parteciperà con l’intento di tutelare e promuovere i prodotti pugliesi, come la mozzarella, il vino primitivo, l’olio di oliva, l’oliva termite, la mandorla, la cipolla rossa, il cece nero, l’uva da tavola, le ciliegie e la cicoria. Il programma dell’associazione dei 21 Comuni, però, non si limita al solo territorio nazionale, ma valica i confini continentali per aiutare lo sviluppo dell’Uganda. Cuore di Puglia, infatti, affiancherà l’Associazione Kirikù e la Strega povertà, coordinata da Domenico Zonno, nel progetto “Villaggio Puglia” di Rwentobo, Uganda, già patrocinato dall’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia.

A Rwentobo, infatti, grazie alla collaborazione di diverse associazioni pugliesi di volontariato, è stato costruito un vero e proprio villaggio con una Scuola Professionale, una chiesa e delle cisterne per l’acqua. Il passo successivo per lo sviluppo del Paese africano è il trasferimento del know-how agricolo, l’esportazione di colture tipiche pugliesi, e la donazione di alcune macchine agricole per permettere il miglioramento delle coltivazioni ugandesi in termini di qualità e quantità. Un filo diretto tra la Puglia e l’Africa, passando per la vetrina mondiale dell’Expo di Milano, mirato ad incentivare lo sviluppo di una delle regioni più povere della terra. La Puglia, confine meridionale di Italia ed Europa, si dimostra presente, ricordandosi che c’è sempre qualcuno più a Sud del mondo da aiutare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione