Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 04:38

Sbloccata la convenzione salvi 1.200 lavoratori Lsu

BARI - Altri 12 mesi in convenzione, lavoro garantito per 1.200 lsu (lavoratori socialmente utili pugliesi. La Corte dei conti ha infatti sbloccato la convenzione della Regione Puglia che pochi giorni fa la stessa magistratura contabile aveva stoppato, giudicandola in contraddizione con la legge di Stabilità del governo Renzi. Quest’ultima aveva infatti introdotto esplicito divieto per nuove convenzioni che favorissero l’impiego degli Lsu (nella foto, l'assessore pugliese al Lavoro Leo Caroli)
Sbloccata la convenzione salvi 1.200 lavoratori Lsu
BARI - Altri 12 mesi in convenzione, lavoro garantito per 1.200 lsu (lavoratori socialmente utili pugliesi. La Corte dei conti ha infatti sbloccato la convenzione della Regione Puglia che pochi giorni fa la stessa magistratura contabile aveva stoppato, giudicandola in contraddizione con la legge di Stabilità del governo Renzi. Quest’ultima aveva infatti introdotto esplicito divieto per nuove convenzioni che favorissero l’impiego degli Lsu.

«Lo scorso giugno – spiaga l’assessore regionale alle Politiche del Lavoro, Leo Caroli – avevamo firmato con il Ministero del Lavoro l’accordo per 10 milioni di euro per altri 12 mesi per i circa 1.200 lavoratori. La Corte dei conti ci ha bloccati. Ma poi ho scritto al ministro, ai sottosegretari, al nuovo direttore generale, evidenziando come la convenzione siglata per la Puglia non fosse in contraddizione con la legge finanziaria: non di nuova convenzione si trattava, ma di un rinnovo di convenzione con la platea storica degli Lsu».

Caroli ricorda che al successo dell’azione regionale hanno contribuito «le Prefetture, le parti sociali e i sindaci interessati». Da oggi si può dunque tornare al lavoro . «Ricordo – conclude Caroli – che in Puglia abbiamo stanziato 1 milione di euro per l’integrazione dell’orario di lavoro degli Lsu, ma per i vincoli del patto di stabilità non possiamo liquidare le somme ai sindaci e quindi ai lavoratori. Anche per questo motivo continuiamo a ritenere il patto di stabilità un nodo scorsoio».

Il presidente della commissione Politiche dell’Europa della Camera dei deputati, Michele Bordo (Pd) conferma: «Sara' registrata in queste ore dalla Corte dei Conti la convenzione sottoscritta tra ministero e Regioni, necessaria per continuare a garantire lavoro e reddito a 1200 Lsu pugliesi impegnati in progetti di pubblica utilità dei Comuni e delle Province. Il 30 settembre, per via di un equivoco sorto tra ministero del Lavoro e Corte dei Conti sulla natura di questa convenzione (non era chiaro se si trattava di proroga o di convenzione ex novo) si è corso il rischio di dover procedere alla sospensione delle attività svolte da questi lavoratori. Proprio per scongiurare questo scenario ho tempestivamente sollecitato il Sottosegretario al Lavoro Teresa Bellanova e il presidente della Corte dei Conti Raffaele Squitieri. Il loro intervento immediato ha permesso di chiarire l'equivoco e di risolvere il problema. E per questo li ringrazio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione