Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 09:31

Bari, dall'11 un festival per la salute mentale

BARI – L'annuncio a poco più di un anno dalla morte dela psichiatra Paola Labriola. Il Festival della Salute Mentale sarà “un percorso di cittadinanza attiva per un dialogo tra i tanti e diversi punti di vista” che Bari ospiterà dall’11 al 19 ottobre. Il programma, con tutte le iniziative, è consultabile su comunicareilsociale.it/festivalsalutementalebari
Bari, dall'11 un festival per la salute mentale
BARI – Il Festival della Salute Mentale sarà “un percorso di cittadinanza attiva per un dialogo tra i tanti e diversi punti di vista” che Bari ospiterà dall’11 al 19 ottobre. La prima edizione è stata presentata così oggi in conferenza stampa dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, che nell’occasione ha ricordato Paola Labriola, la psichiatra uccisa il 4 settembre di un anno fa da un paziente, mentre era al lavoro nel suo ambulatorio del Centro di salute mentale (Csm) del quartiere Libertà a Bari.

"Da quel momento, che ha segnato il fallimento del sistema, tanta strada è stata fatta nel silenzio e non basta ancora. Per noi – ha spiegato Vendola – è stata occasione di riflessione su organizzazione servizi e superato il rischio di militarizzazione abbiamo operato senza ridurli, al massimo accorpandoli. Abbiamo e stiamo affrontando un grosso problema italiano alimentato dalla crisi che induce povertà e dall’affrontare quella crisi falcidiando il welfare”. “In questo percorso – ha aggiunto - stiamo favorendo gli operatori, gli utenti ed i loro familiari. Questo Festival – ha proseguito –  è un pezzo di quel percorso che tra 2 mesi ci porterà a vivere gli stati generali della salute mentale. Dobbiamo insieme ripartire, guardando con onestà alla qualità dei servizi per capire cosa ancora non funziona e va migliorato: questo lo si fa coinvolgendo la cittadinanza, discutendo insieme di cosa significa migliorare la salute mentale".

Il Festival rientra nella più ampia azione che il Dipartimento per la tutela della salute mentale (Dsm) della Asl intende promuovere a favore della tutela e della promozione della salute sul territorio.

"Sarà una occasione utile – secondo Domenico Semisa, direttore del Dipartimento – a prendere coscienza di quanto la salute mentale sia una questione che coinvolga ogni cittadino" e "utile a presentare il Dsm nel suo ruolo strategico – ha aggiunto il direttore generale della Asl Bari, Domenico Colasanto – di servizio pubblico dedicato al benessere di tutta la popolazione".

"Utile a favorire ulteriormente – ha detto Vito Maffei, Direttore Csm Area 3 – la rete di attori pubblici e privati". "Il tutto utilizzando strumenti di coinvolgimento e di mediazione artistica – ha concluso Fabrizio Cramarossa, dirigente psichiatra e coordinatore dell’evento – come il format del Museo di Arte contemporanea rivolto ad un gruppo di 50 tra studenti liceali, cittadini, operatori e utenti stabilizzati".

Il programma del festival, con tutte le iniziative, è consultabile su comunicareilsociale.it/festivalsalutementalebari. Il Festival è patrocinato da Regione Puglia, Provincia e Comune di Bari, Asl Ba ed Apulia film commission.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione