Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 13:26

Regionali, Cassano (Ncd) «Primarie? Non interessati»

BARI - A scegliere i candidati, spiega il sottosegretario al Lavoro e coordinatore pugliese di Ncd, “non è più il tavolo regionale, così come avevamo chiesto noi di Ncd. Si sta discutendo a Roma su quello che si deve fare con tutta la coalizione di centrodestra e speriamo nel più breve tempi possibile di avere i candidati delle varie regioni”
Regionali, Cassano (Ncd) «Primarie? Non interessati»
BARI – “Di primarie non ci interessano, non ne stiamo parlando anche perchè c'è un tavolo nazionale che si occupa delle elezioni regionali”. Così Massimo Cassano, sottosegretario al Lavoro e coordinatore pugliese di Ncd, rispondendo alle domande dei cronisti baresi sul percorso del Nuovo Centrodestra in vista delle prossime elezioni regionali in Puglia. Per il centrodestra è sceso in campo finora per le primarie un solo candidato, l’attuale vicepresidente del Consiglio regionale della Puglia, Nicola Marmo (Fi).

A scegliere i candidati, spiega Cassano, “non è più il tavolo regionale, così come avevamo chiesto noi di Ncd. Si sta discutendo a Roma su quello che si deve fare con tutta la coalizione di centrodestra e speriamo nel più breve tempi possibile di avere i candidati delle varie regioni”.    

Commentando la annunciata candidatura alle primarie di Marmo, Cassano ha detto: “le primarie sono una questione che non ci interessa”. Cassano ne ha parlato a margine di una conferenza stampa convocata a Bari, nella sede di via Sparano del partito, per ufficializzare il passaggio dell’ex consigliere comunale Ninni Cea da Forza Italia al Nuovo Centrodestra e la sua nomina a portavoce cittadino del partito.

“Dopo aver superato l’esame delle europee – dice Cassano – a Bari sono state fatte scelte sbagliate sulle amministrative e la sconfitta di Fi ha danneggiato gli altri partiti della coalizione e gli uomini che si sono candidati”.

“Non voglio polemizzare con il partito in cui ho militato per 20 anni – spiega Cea -.Sono stato un buon soldato ma nel confronto con la mia dignità di uomo e di politico ho scelto di cambiare. Raffaele Fitto sul piano umano resta un amico ma sul piano politico non abbiamo condiviso alcune scelte

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione