Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 09:39

Petruzzelli, in cartellone opere anche per bambini

BARI - Il Sorvintendente Biscardi presenta la nuova stagione: c'è crisi ma guardiamo a qualità. Soppresse due opere per motivi economici: il Trittico di Puccini e Lucia di Lammermoor di Donizetti. Per i più piccoli: un adattamento del "Barbiere di Siviglia" di Rossini e un’opera del maestro Nicola Scardicchio ispirata alla favola di re Artù".
Petruzzelli, in cartellone opere anche per bambini
BARI – "La variazione del cartellone, con la soppressione di due opere (il Trittico di Puccini e Lucia di Lammermoor di Donizetti), è dovuta a motivi economici, ed è una precisazione che devo al pubblico": il sovrintendente del Teatro Petruzzelli di Bari, Massimo Biscardi, ha introdotto così la conferenza di presentazione del 'Cappello di paglia di Firenzè l'opera di Nino Rota con cui ricomincia, sabato 13 settembre, la stagione lirica dopo la pausa estiva.  

"La situazione economica del teatro – ha proseguito Biscardi - è critica e dobbiamo prepararci ad essere in regola per la fine del 2014 quando scatterà la cosiddetta legge Bray che dà la possibilità di curare una programmazione per cinque anni con la copertura economica garantita. E' una visione bella che guarda lontano, che parla di qualità – ha aggiunto – ma che impone un’attenzione giusta ai compiti del teatro. Devo partire da qualità e stabilità che riguardano sia la produzione sia i dipendenti del teatro che sono tutti artisti".

"Per quanto riguarda il repertorio in particolare – ha precisato Biscardi – Il Petruzzelli non ha un pubblico, nel senso che il pubblico non è preparato ad accettare le novità. Su questo bisogna lavorare. Cercherò di variare il contenuto della programmazione introducendo sia la musica contemporanea sia opere che sono poco rappresentate e rischiano di scomparire, tra le quali quelle del periodo verista che ruota attorno a Puccini, ad esempio quelle composte da Catalani. Ogni concerto sinfonico verrà aperto dall’esecuzione di un brano di autore contemporaneo".

"Ma soprattutto bisogna creare un pubblico cominciando dai bambini – ha concluso Biscardi – e per questo proporremo, a completamento del cartellone, per i più piccoli e per le scuole due opere: un adattamento del "Barbiere di Siviglia" di Rossini e un’opera del maestro Nicola Scardicchio ispirata alla favola di re Artù".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione