Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 07:42

Ruvo, preme il grilletto durante una rapina ma l'arma s'inceppa Procura: voleva sparare

BARI – L'episodio in una pizzeria di Ruvo. La sequenza ripresa dal circuito di videosorveglianza della pizzeria.Le immagini mostrano due persone che fanno irruzione nel locale: uno dei due, a un attimo di esitazione del titolare, ha premuto il grilletto mentre l'arma era puntato contro il volto di un dipendente del locale: ma la pistola si è inceppata
Ruvo, preme il grilletto durante una rapina ma l'arma s'inceppa Procura: voleva sparare
BARI – Ha puntato la pistola al volto di un dipendente di una pizzeria durante una rapina tentando più volte di fare fuoco, ma l’arma si è inceppata e poco dopo il rapinatore è stato arrestato dai carabinieri assieme ad un complice. È accaduto a Ruvo di Puglia (Bari). La sequenza è stata ripresa dal circuito di videosorveglianza della pizzeria. Gli arrestati sono Francesco Cipriani, di 36 anni, che era già sottoposto agli arresti domiciliari, e Vittorio De Lia, di 37 anni, entrambi di Terlizzi. 

Le immagini mostrano due persone che fanno irruzione nel locale. Secondo l’accusa, è Cipriani ad impugnare una pistola semiautomatica calibro 6,35. Appena vede un attimo di esitazione del titolare, il rapinatore armato mette il colpo in canna e fa ripetutamente fuoco puntando l’arma all’altezza del volto di un dipendente della pizzeria, ma la pistola si inceppa e i tentativi vanno a vuoto.

Nel frattempo, il complice tenta di svuotare la cassa. A questo punto scatta la reazione del pizzaiolo e di un’altra dipendente, che ingaggiano una violenta colluttazione con i malviventi, che alla fine fuggono con soli 50 euro. I due sono stati identificati e arrestati nel giro di poche ore dai carabinieri, che hanno anche sequestrano l’arma.

Le accuse sono di rapina, lesioni, tentato omicidio, porto abusivo di arma clandestina ed evasione. I dipendenti della pizzeria hanno riportato ferite guaribili in meno di una settimana. Le indagini sono coordinate dalla procura di Trani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione