Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 21:28

La grotta di San Michele protagonista di settembre

di PALMINA NARDELLI
PUTIGNANO - Per la Pro Loco di Putignano si apre un periodo fitto d’iniziative. Settembre sarà, infatti, un mese finalizzato principalmente a promuovere e valorizzare la Grotta di S. Michele e il culto micaelico che la contraddistingue. Contemporaneamente va avanti di pari passo l’ambizioso progetto che la inserirà nel percorso turistico - religioso noto come «Le Vie Francigene del Sud»
La grotta di San Michele protagonista di settembre
di PALMINA NARDELLI

PUTIGNANO - Per la Pro Loco di Putignano si apre un periodo fitto d’iniziative. Settembre sarà, infatti, un mese finalizzato principalmente a promuovere e valorizzare la Grotta di S. Michele e il culto micaelico che la contraddistingue. Contemporaneamente va avanti di pari passo l’ambizioso progetto che la inserirà nel percorso turistico - religioso noto come «Le Vie Francigene del Sud». La Grotta si trova a poco più di tre chilometri dall’ab i t at o, sulla Strada provinciale 237 Putignano-Noci, sull’amena collina di Monte Laureto, sotto l’enorme complesso di quello che fu in passato il più noto ospedale tubercolare del meridione, trasformato in seguito negli «Ospedali riuniti di Putignano», e oggi sede di uffici e servizi sanitari dell’Asl - Bari.

Già dal 2009, questo sacro sito rupestre è oggetto d’importanti eventi legati allo progetto su citato, sostenuto dal contributo importante di enti come l’Unpli (Unione pro loco italiane), il Comitato europeo delle Vie Francigene e l’agenzia regionale «Puglia Promozione ». Storicamente luogo di culto, la Grotta ricade sotto la tutela della parrocchia del Carmine e, grazie al lavoro intenso di valorizzazione svolto dal presidente della Pro loco locale, Giuseppe Cosacco, la Grotta di S. Michele di Putignano è stata scelta per aprire la serie di eventi che fanno parte del «Festival Michaelic», rassegna di arti culture e spiritualità che si svolgeranno in luoghi simbolo della nostra re gione.

«Il Culto in Grotta» è il convegno inaugurale che si terrà sabato 6 settembre alle 18, nella sala conferenze degli uffici Asl, a Monte Laureto, che dà il via a questa rassegna dedicata al culto nelle grotte di Puglia e Basilicata, dove il festival si sposterà in ottobre. All’evento inaugurale interverrà il presidente della Pro Loco; il sindaco Domenico Giannadrea; Emanuela Elba assessore alla Cultura; Giancarlo Piccirillo per Puglia Promozione; Federico Massimo Ceschin, vice presidente europeo delle Vie Francigene; Don Angelo Sabatelli, arciprete della chiesa madre di S. Pietro Apostolo. La manifestazione è stata oggetto del patrocinio e di un importante contributo del Consiglio episcopale pugliese presieduto dall’A rc ive s c ovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci, che a Putignano ha le sue radici familiari. Sono previste anche testimonianze da parte di esperti del culto micaelico.

La rassegna micaelica si avvale del patrocinio e del partenariato di numerose associazioni, Comuni, musei, dell’assessorato al Mediterraneo e del Comitato feste «S. Michele in Monte Laureto» cui si deve la forte ripresa del culto dell’Arcan - gelo e dell’avvio della valorizzazione della grande grotta dedicata a S. Michele. I prossimi eventi delle Pro Loco di Putignano sono fissati per: domenica 21 settembre, con una ciclo passeggiata per «Putignano e le sue grotte tra fede e natura»; sabato 27 settembre con la partecipazione della Pro Loco di Putignano alla prima edizione del progetto «Cammini italiani» dell’Unpli a Monte S. Angelo, escursione in bus, aperta a tutti per visitare la grotta garganica; domenica 28, giornata inaugurale dell’itinerario turistico «Visit Putignano»; lunedì 29 settembre, grande festa per S. Michele a Monte Laureto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione