Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 06:39

Cia Puglia: non tagliate gli ulivi malati, curateli Arriva un commissario

BARI - "Il problema, che sta interessando – spiega – oltre 23mila ettari di uliveti nel Salento e che minaccia di diffondersi, deve essere affrontato partendo da un dato di fatto sul quale non possiamo transigere: gli ulivi non vanno abbattuti ma vanno salvaguardati, perchè rappresentano un patrimonio dal valore inestimabile"
Cia Puglia: non tagliate gli ulivi malati, curateli Arriva un commissario
BARI – "L'emergenza Xilella va affrontata di petto senza perdere ulteriore altro tempo". Lo afferma in una nota il presidente della Confederazione italiana agricoltori di Lecce e vicepresidente della sezione regionale, Giulio Sparascio, che ha partecipato ad una apposita riunione regionale convocata all’assessorato regionale alle Risorse agroalimentari.

"Il problema, che sta interessando – spiega – oltre 23mila ettari di uliveti nel Salento e che minaccia di diffondersi, deve essere affrontato partendo da un dato di fatto sul quale non possiamo transigere: gli ulivi non vanno abbattuti ma vanno salvaguardati, perchè rappresentano un patrimonio dal valore inestimabile. L’abbattimento non risolverebbe il problema perchè si tratta di una patologia che alberga anche nelle piante ornamentali ed è il risultato della globalizzazione".
"Ecco perchè ribadiamo – conclude – che della questione Xylella deve prendersene carico il governo nazionale e l’Unione Europea. Il batterio Xilella va combattuto colpendo soprattutto i vettori, con sistemi di lotta integrata e biologica e con un uso controllato della chimica e dei prodotti fitosanitari valutando l’impatto sanitario che si potrebbe avere sul territorio, con una implementazione delle pratiche agronomiche di potatura, pulizia, diserbo con mezzi meccanici e manutenzione periodica del terreno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione