Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 08:40

Lotta alla Sla, da Decaro a Mingo a Checco Zalone docce gelate per solidarietà

BARI - Dal sindaco Decaro all'inviato di Striscia la Notizia Mingo De Pasquale a Checco Zalone, al presidente della F.C Bari, Paparesta: «Ice bucket challenge», la campagna per la raccolta fondi contro la Sla, coinvolge personaggi e vip. Il sindaco di Bari, dopo una secchiata d'acqua gelida, nomina Mingo (il video all'interno della notizia), il ministro Marianna Madia e Daniele Sciaudone della FC Bari 1908». E l'inviato di Striscia, dopo il gavettone da Decaro, «chiama» Michele Emiliano, Paolo Perrone e il grande Roberto Benigni. Doppia nomina per Checco Zalone: da Gigi D'Alessio (primo) e poi da Paparesta
Lotta alla Sla, da Decaro a Mingo a Checco Zalone docce gelate per solidarietà
BARI - Nominato dal giornalista radiofonico Stefano Mastrolitti anche il sindaco di Bari, Antonio Decaro, decide di partecipare alla campagna di raccolta fondi contro la Sla «Ice bucket challenge» e si prende una bella secchiata di acqua gelida. «Ringrazio Mastrolitti per avermi nominato e nomino Mingo, il ministro Marianna Madia e Daniele Sciaudone della FC Bari 1908» le prime parole bagnate del sindaco.

Al momento sono oltre 31,5 milioni i dollari raccolti in meno di un mese a livello mondiale. Il "tormentone benefico" con la sfida del secchio d'acqua ghiacciata per combattere la Sclerosi Laterale Amiotrofica è partito dagli Usa e ora dilaga anche in Italia.
Da Renzi in poi i nominati hanno deciso di stare al gioco e fare una donazione con secchiata d'acqua per sensibilizzare l'opinione pubblica su una malattia, la Sla, che ancora non è sconfitta. Tutto il resto lo stanno facendo i social con vip e meno vip impegnati a pubblicare i video di acqua fredda subiti o auto inflitti, per beneficenza.

Ma non mancano le polemiche. «Meno docce, più donazioni» si legge in molte pagine di social network, tanto più che la raccolta fondi in Italia scarseggia, dimostrando che è molto più l'esibizionismo della volontà di assumersi un onere benefico. E le redazioni vengono prese d'assalto da comunicati e link di video con personaggi che pur di apparire si rovesciano secchi d'acqua in testa. «Un cristiano sa dare. La sua vita è piena di atti generosi - ma nascosti - verso il prossimo», scrive oggi Papa Francesco in un tweet. E non c'è molto da interpretare.

Decaro, non esita a fare una doccia gelata all'inviata di Striscia la Notizia, Mingo De Pasquale, che a sua volta coinvolge in questa catena di S. Antonio, anche Michele Emiliano, il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, e il grande artista Roberto Benigni

Paparesta, nominato dal figlio Romeo, ha nominato invece l'attore Luca Medici, in arte Checco Zalone, l'ex ministro De Girolamo e il presidente della B, Abodi. Il presidente della F.C. Bari ha annunciato che devolverà alla lotta alla Sla una parte dell'incasso della partita di stasera.

Checco Zalone, a dire il vero già «chiamato» da Gigi D'Alessio, ha nominato a sua volta il produttore dei suoi film, Pietro Valsecchi ("spiegategli che si deve versare acqua e ghiaccio, non champagne"), il Bari ("la mia squadra del cuore: acqua e ghiaccio in caso di vittoria con l’Avellino, in caso di sconfitta acqua e altro materiale a scelta dei tifosi"), e Antonio Conte, neo ct della Nazionale. Quest’ultimo è stato salutato con una battuta: "Si parla per lui di un interessamento dello sponsor Vileda".

E DECARO NON SI LIMITA A NOMINARE MINGO....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione