Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 00:07

Bari, esplode il frigorifero inagibile ala del mercato

di ANTONELLA FANIZZI
BARI - Da oggi a Bari una decina di box del mercato coperto di Japigia saranno chiusi. L’incendio divampato nella serata di sabato, che ha distrutto il banco di vendita e l’intera attività di un fruttivendolo, ha provocato una serie di danni alla struttura. Un’ala del mercato, proprio quella nella quale qualche mese fa il Comune ha effettuato i lavori di messa in sicurezza degli impianti idrici e dei pannelli elettrici, è inagibile
Bari, esplode il frigorifero inagibile ala del mercato
di Antonella Fanizzi

BARI - Da oggi una decina di box del mercato coperto di Japigia saranno chiusi. L’incendio divampato nella serata di sabato, che ha distrutto il banco di vendita e tutto il magazzino di un fruttivendolo, ha provocato una serie di danni alla struttura. Un’ala del mercato, proprio quella nella quale qualche mese fa il Comune ha effettuato i lavori di messa in sicurezza degli impianti idrici e dei pannelli elettrici, è inagibile. Le fiamme hanno ridotto a un cumulo di macerie il box, annerito il corridoio e provocato la caduta di calcinacci dal soffitto.

«Questa mattina i tecnici del Comune - spiega l’assessore allo Sviluppo economico Carla Palone - faranno una serie di verifiche sulla sicurezza dell’edificio». L’obiettivo è cercare di ripristinare la normalità in tempi brevi, anche per alleviare i disagi per i consumatori. Una decina di operatori non potranno lavorare. Dice l’assessore, che già ieri mattina ha fatto un sopralluogo nell’immobile di via Caldarola: «In giornata ordineremo i primi interventi, ma è necessario capire che cosa sia accaduto prima di stilare un cronoprogramma. Per fortuna l’incidente è capitato di pomeriggio, quando il mercato era chiuso. Inoltre in questa settimana qualcuno dei residenti è in vacanza. In ogni caso daremo priorità a questi interventi».

A provocare l’incendio sarebbe stato un corto circuito che ha determinato lo scoppio della cella frigorifera di proprietà del rivenditore. Il focolaio sarebbe stato alimentato da una scintilla. Sul posto sono arrivati i Carabinieri e i Vigili del fuoco che stanno effettuando gli accertamenti.

L’assessore intanto lavora alle possibili soluzioni. Ragiona: «Il mercato ospita 40 box, ma alcuni sono inutilizzati. Una parte degli spazi liberi è però vincolata da un bando regionale. Dovremo esplorare la possibilità di assegnarli, in virtù di questa situazione di emergenza, a coloro che sono costretti a interrompere le attività di vendita. In ogni caso entro il 25 agosto ogni problema dovrà essere risolto».

Oggi sarà fatta una stima dei danni. Il corridoio è annerito dal fumo e pericolante. Molto probabilmente l’area sarà transennata. Sono inoltre saltate le linee telefoniche.

Carla Palone non si perde d’animo: «I tecnici del Comune saranno in grado di programmare tutte quelle azioni utili a riaprire i box nel minor tempo possibile. Le prime risposte arriveranno in mattinata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione