Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 02:29

La notte di San Lorenzo incanto a Putignano e Noci

di PALMINA NARDELLI
PUTIGNANO - Domenica, dalle 21, al Parco della Grotta del Trullo, nella notte delle Perseidi o notte di S. Lorenzo, torna a Putignano l’emozione di «Luci nel Buio 2014», che segue ogni anno un tema diverso che però unisce tutte le discipline come l’astronomia, la speleologia, la scultura, la fotografia, la musica. Anche a Noci domenica con gli occhi al cielo con l’appuntamento della «Notte delle Stelle cadenti»
La notte di San Lorenzo incanto a Putignano e Noci
di Palmina Nardelli

PUTIGNANO - Domenica, dalle 21, al Parco della Grotta del Trullo, nella notte delle Perseidi o notte di S. Lorenzo, torna a Putignano l’emozione di «Luci nel Buio 2014». Uno degli eventi più importanti promosso e realizzato dal Gruppo di Ricerche Carsiche (Grc). La manifestazione, alla sua sesta edizione, segue ogni anno un tema diverso che però unisce tutte le discipline come l’astronomia, la speleologia, la scultura, la fotografia, la musica, per scoprire la bellezza del mondo che ci circonda guardandolo da diversi punti di vista.

Il tema del 2014 è: «L’Eternità del Movimento». Saranno coinvolti astrofili, scultori, fotografi, commedianti, uniti da tutto quello che attiva le energie sino a oggi conosciute, per far sì che dal movimento perpetuo degli astri nello spazio siderali, si giunga alla frenesia di movimenti contorti nella teatralità di un’umanità ipercinetica.

Anche la fotografia e la scultura sveleranno le suggestioni dei movimenti abbandonando la loro consueta staticità. Nel Parco della Grotta del Trullo, sulla Statale 172, a poche centinaia di metri dall’abitato, affermati scultori locali come Vincenzo e Vito Capozza, e fotografi di fama come Nicola Troccoli, famoso per il suo Inarrestabile Inamovibile riveleranno il fascino che i movimenti acquistano mediante le loro opere.

I responsabili delle associazioni astrofile Adia (Associazione per la divulgazione e l’Informazione Astronomica) e la «Galileo» di Castellana Grotte, mostreranno i segreti del cosmo aiutati dai loro potenti telescopi e da alcuni «giochi» divulgativi. Il Gruppo Ricerche Carsiche con i suoi speleologi guiderà il pubblico tra i labirinti del fantastico mondo sotterraneo della Grotta del Trullo, simbolo storico del turismo speleologico in Puglia, scoperte nel lontano 1931 e definite dal prof. Franco Anelli «un autentico scrigno di alabastro dalle calde tinte rosate che caratterizzano gran parte delle sue concrezioni». Un sito turistico di grande valore culturale per lo studio del carsismo.

La notte sarà allietata da stuzzichini tipici della tradizione locale e da buon vino, e ogni ospite potrà scoprire una luce nel buio che svela i particolari attraverso le emozioni. L’ingresso è gratuito. Per informazioni più dettagliate: tel/fax 080/4912113; info @grottadeltrullo.com; www.grottadeltrullo.com.

L'ULTIMA NOTTE A NOCI - Anche a Noci domenica con gli occhi al cielo: con l’appuntamento della «Notte delle Stelle cadenti» si conclude la terza edizione della rassegna «Le notti dell’astronomia a Noci», organizzata dalla «Bottega dei mondi impossibili» e aperta lo scorso 26 luglio offrendo in diverse occasioni: dalle lezioni di astronomia generale e di astrofotografia, ai laboratori in piazza e alla mostra fotografica «Il cielo sopra di noi».

L’appuntamento finale, domenica, è alle 21 alla Dimora Albireo, al km 12,4 della strada provinciale 239. Infotel: 349 1481513 oppure 345 3568484.

In un attrezzato parco presso la Dimora Albireo una serata emozionante e coinvolgente a spasso nell’Universo guidati da Astrofisici e Astrofili esperti, che illustreranno con professionalità e passione le meraviglie del Cosmo, nella serata in cui per tradizione si osserva lo sciame meteorico delle Perseidi, detriti interplanetari che bruciando nella nostra atmosfera ci regalano lo spettacolo delle «Stelle Cadenti».

Tantissime le attività messe in campo e le attrezzature messe a disposizione del pubblico che parteciperà, tra cui spicca un telescopio professionale da 40 cm automatizzato, capace di immagini mozzafiato degli oggetti celesti e che fa della Dimora Albireo un vero e proprio osservatorio astronomico sul territorio di Noci. E tanta attenzione verrà data al pubblico dei più piccoli con il racconto di storie e miti legati alle Costellazioni, alle Stelle.

L’iniziativa si avvale della collaborazione di esperti del mondo dell’Astronomia, del Teatro e dell’Arte, beneficia del patrocinio del Comune di Noci e dell’Unione Astrofili Italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione