Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 17:53

A Giovinazzo il panino ha un fascino irresistibile

di MINO CIOCIA
GIOVINAZZO - Musica, gastronomia, sport. Tre diversi appuntamenti, da sabato 9 fino alla vigilia di Ferragosto, per entrare nel vivo degli appuntamenti dell’estate giovinazzese. Tre eventi ormai classici che riescono ad attirare migliaia di persone provenienti da tutta la provincia. Si comincia sabato con il «Festival in porto», poi il 12 e 13 per il «Panino della nonna», in vista del ferragosto l’appuntamento sarà con il «Gamberemo»
A Giovinazzo il panino ha un fascino irresistibile
di MINO CIOCIA

GIOVINAZZO - Musica, gastronomia, sport. Tre diversi appuntamenti, da sabato 9 fino alla vigilia di Ferragosto, per entrare nel vivo degli appuntamenti dell’estate giovinazzese. Tre eventi ormai classici che riescono ad attirare migliaia di persone provenienti da tutta la provincia. Si comincia sabato con il «Festival in porto», la tre giorni dedicata alla musica declinata in tutti i suoi generi, dal pop al rock, dalla musica tradizionale a quella operistica. Una manifestazione che è diventata anche una veterina per le «cover band» che da tutta Italia arrivano ad esibirsi in piazza Vittorio Emanuele. Organizzata dagli «Amici della musica» questa edizione, l’undicesima, vedrà esibirsi il 9 agosto Antonello Cuomo in «Antonello canta Venditti», un tributo del cantante di origini napoletane al noto cantautore romano.
Il 10 agosto sarà la volta di un omaggio alla musica napoletana. Sul palco si esibiranno i tarantini «Notte tempo», che proporranno i classici della canzone partenopea. A concludere la tre giorni la «Pyt band» con un loro tributo a Michael Jackson.

Spenti i riflettori su piazza Vittorio Emanuele, si accenderanno quelli dell’area mercatale per uno degli appuntamenti più attesi: il «Panino della nonna». Una sagra che per questa XIX edizione raddoppia. Gli appuntamenti sono per 12 e 13 agosto, proporrà come è tradizione le ricette di un tempo. Melanzane sott’o l i o, peperoni, tonno e pomodori, ricotta forte e mortadella per allietare il palato di quanti vorranno degustare quelle prelibatezze ormai poco usuali per i più giovani e che risvegliano ricordi nei più adulti. E quest’anno la festa diventa «eco» con l’installazione di «composter elettromeccanici» per la riduzione dei rifiuti organici in concimi.
Un salto di qualità voluto dall’associazioni «I nipoti della nonna» verso la gestione sostenibile di feste ed eventi. Tutto circondato dall’esibizione di artisti di strada e dalla musica di Antonino e Antonio Da Costa, nella prima serata e da Francesco Baccini nella serata conclusiva.

In vista del ferragosto l’appuntamento sarà con il «Gamberemo», la manifestazione che con la sua XXII edizione risulta essere tra i più longevi appuntamenti estivi. Il palio che vedrà sfidarsi i cinque rioni della città in gare di destrezza e velocità. Prove che richiamano le tradizioni contadine e marinare di Giovinazzo. Dalla corsa con i sacchi a quelle di corsa, in singolo o in coppia, con un remo sulle spalle dei corridori per le gare sulla terraferma, intorno a piazza Vittorio Emanuele, prove di voga per quelle dal sapore marinaresco che si svolgeranno nelle acque del porto. Tutte prove a staffetta, per aggiudicarsi l’ambito palio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione