Cerca

Venerdì 17 Novembre 2017 | 22:04

Istiga alla violenza in Questura a Bari arrestato un iracheno

BARI – Accusato di aver istigato altri immigrati a forzare la porta carraia della questura di Bari e di aver aggredito due agenti, il cittadino iracheno Mohammad Musto, di 25 anni è stato arrestato con l’accusa di violenza, minacce, lesioni e resistenza a pubblici ufficiali. L’episodio è avvenuto quando numerosi cittadini extracomunitari si sono recati in Questura per ottenere informazioni sullo stato della richiesta di asilo politico e per ottenere il posto presso il Cara di Bari-Palese
Istiga alla violenza in Questura a Bari arrestato un iracheno
BARI – Accusato di aver istigato altri immigrati a forzare la porta carraia della questura di Bari e di aver aggredito due agenti, il cittadino iracheno Mohammad Musto, di 25 anni è stato arrestato con l’accusa di violenza, minacce, lesioni e resistenza a pubblici ufficiali. L’episodio - riferisce una nota della polizia – è avvenuto quando numerosi cittadini extracomunitari si sono recati in Questura per ottenere "informazioni sullo stato della richiesta di asilo politico e per ottenere il posto presso il Cara di Bari-Palese".

"La ressa di persone che si veniva a formare – prosegue il comunicato – veniva incitata dal Musto ad occupare la sede stradale, tentando di forzare la porta carraia di Via Oriani per l'ingresso in questura. Il Musto, quindi, minacciava con gesti inequivocabili e con atteggiamenti violenti gli operatori di polizia presenti. Un agente che era all’ingresso della porta veniva spintonato e trattenuto dalla folla ed il Musto, approfittando della situazione, lo colpiva sferrandogli dei potenti calci. Interveniva altro personale di polizia anch’esso colpito dagli extracomunitari, ma nel giro di poco tempo si riuscivano a placare gli animi e a riportare la calma".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione