Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 16:52

Regione Puglia, maratona in Aula: stop leggi mancia

di BEPI MARTELLOTTA
BARI - Una ventina di emendamenti (circa 15 dall’opposizione, i restanti dalla maggioranza) sono arrivati sul tavolo della presidenza del Consiglio ieri, in tempo per la discussione sulle variazioni al Bilancio che si terrà oggi in consiglio regionale. Gli uffici della Ragioneria hanno però riscontrato più di un difetto nelle proposte (molte non indicavano né la copertura finanziaria né l’articolo da emendare) e dovranno lavorare anche oggi
Lavoro, stanziati 100 milioni
Regione Puglia, maratona in Aula: stop leggi mancia
di BEPI MARTELLOTTA

BARI - Una ventina di emendamenti (circa 15 dall’opposizione, i restanti dalla maggioranza) sono arrivati sul tavolo della presidenza del Consiglio ieri, in tempo per la discussione sulle variazioni al Bilancio che si terrà oggi in consiglio regionale. Gli uffici della Ragioneria hanno però riscontrato più di un difetto nelle proposte (molte non indicavano né la copertura finanziaria né l’articolo da emendare) e dovranno lavorare anche oggi: molti gli emendamenti che spunteranno in Aula, sebbene la maggioranza abbia già concordato di evitare i classici «assalti alla diligenza», con richieste di finanziamenti per sagre e interessi di bottega.

Nel complesso, l’impianto della manovra da 430 milioni di euro è noto. Con alcune novità dell’ultim’ora: i 4 milioni di euro che la giunta ha deciso di destinare al reddito di cittadinanza per disoccupati e cassintegrati, che si aggiungono ai 2 milioni previsti dal titolare del Lavoro, Caroli, per l’esodo incentivato dei dipendenti della Regione.

Ben più corposa la partita delle anticipazioni a titolo oneroso di 200 milioni di euro all’Aqp e di 50 milioni di euro a Aeroporti di Puglia, che consentiranno investimenti alle due società della Regione. Ci sarà lo stanziamento per il secondo semestre a favore dei Consorzi di Bonifica (8,5 milioni), ma com’è noto la partita è più corposa: altri 8,5 milioni serviranno alla manutenzione straordinaria di cui si fa carico la Regione mentre 2,5 milioni dovranno coprire il mancato gettito derivante dall’esclusione degli immobili non rurali dai perimetri. Ci sarà, quindi, un contributo straordinario (aiuti de minimis) di 1,4 milioni di euro a favore dei bieticoltori, mentre 700mila serviranno a promuovere il marchio dei prodotti Puglia e 366mila euro consentiranno la partecipazione della Regione a Expo 2015. Stanziamenti anche alle Ico (Istituzioni Concertistiche Orchestrali) pugliesi. Il più corposo è il capitolo trasporti: 20 milioni per onorare il contenzioso con le Ferrovie Sud-Est e 9,7 milioni per integrare il fondo regionale trasporti, per la proroga e l’adeguamento dei contratti di servizio di trasporto pubblico locale e per le agevolazioni tariffarie. Con 21,9 milioni, poi, la Regione indennizzerà i soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie. Quindi, 700.000 euro per la ristrutturazione degli enti fieristici e 850mila euro al sistema di monitoraggio del Psr. E poi, 1 milione di euro all’Apulia Film Commission e 1 milione di euro a Innovapuglia per le funzioni di stazione unica appaltante.

Elevata da 2 a 4 milioni di euro la dotazione per combattere la «Xylella fastidiosa», il batterio killer degli ulivi. Sul punto, i consiglieri regionali salentini di FI (Erio Congedo, Aldo Aloisi, Antonio Barba e Luigi Mazzei) sono tornati a battere: «Si è triplicata l’area colpita dall’infezione, interessando 23 mila ettari di colture. Siamo oltre l’emergenza». Mentre il presidente della Coldiretti, Gianni Cantele, chiede al governo la nomina di «un commissario ad acta che, con una task force, affronti il problema sul fronte della malattia e degli indennizzi». L’Udc, annuncia il capogruppo Salvatore Negro, presenterà un emendamento per aiutare i piccoli Comuni nella prevenzione degli incendi (il diserbo delle strade rurali).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione