Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 10:35

Bari, la Muraglia diventa un parco giochi per bimbi

BARI - La notte dei bambini e delle bambine. Domani sera, dalle 21 fino a mezzanotte e mezza, in occasione di «Giocalaluna - Giocalamuraglia» via Venezia, illuminata da duemila lanternine di cartone, sarà aperta e riservata ai piccoli con una serie di eventi creati appositamente per loro. L’appuntamento si rinnova per il settimo anno ed è promosso dal Comune e realizzato dalla cooperativa sociale Progetto città
Bari, la Muraglia diventa un parco giochi per bimbi
BARI - La notte dei bambini e delle bambine. Domani sera, dalle 21 fino a mezzanotte e mezza, in occasione di «Giocalaluna - Giocalamuraglia» via Venezia, illuminata da duemila lanternine di cartone, sarà aperta e riservata ai piccoli con una serie di eventi creati appositamente per loro.

L’appuntamento si rinnova per il settimo anno ed è promosso dal Comune e realizzato dalla cooperativa sociale Progetto città, inserito nel programma del progetto «Parchi aperti». L’iniziativa è stata presentata ieri mattina nel corso di una conferenza stampa con il sindaco e l’assessore al Welfare, Francesca Bottalico.

Quest’anno la passeggiata della Muraglia nella Città vecchia sarà scenario di giochi, teatro di strada, laboratori creativi e manipolativi dedicati alle bambine, ai bambini, agli adolescenti e alle famiglie. Le lanternine saranno distribuite gratuitamente ai bambini e alle bambine.

«Un primo passo verso l’obiettivo di realizzare una città a misura di bambino - ha detto il sindaco - senza tralasciare le esigenze e le specificità delle periferie. Partiamo da questo progetto per poi estenderci nelle periferie. Vogliamo creare concrete occasioni di integrazione sociale e useremo tute le risorse economiche, culturali e sociali, per garantire la nostra presenza nella città».

«Rendere accessibile e diffusa la cultura, l’arte e l’intrattenimento a tutti con un’attenzione particolare alle bambine e ai bambini più svantaggiati, è la nostra priorità - ha detto Francesca Bottalico - questo per far sì che il nostro sistema di Welfare sia capace di garantire il benessere e il diritto dei più piccoli di vivere con spensieratezza la loro infanzia».

«Giocalaluna - ha aggiunto - è un’occasione per riappropriarci dei luoghi della nostra città, dobbiamo tornare a riempire spazi con le nostre relazioni. Vogliamo costruire, insieme, il senso di comunità e garantire una migliore qualità della vita a cominciare dai nuclei familiari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione