Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 14:26

39enne pregiudicato ucciso a pistolettate Feriti alcuni passanti

BARI – Un pregiudicato di 39 anni, Giambattista Genchi, è stato ucciso con colpi di arma da fuoco in via Vittorio Veneto, nel rione cittadino di Carbonara. Dai primi accertamenti, pare che lo sparatore abbia usato un revolver. Sul posto sono intervenuti agenti della squadra Mobile e carabinieri. Secondo una prima ricostruzione fatta dalla polizia, Genchi era a piedi quando è sopraggiunta un’auto dalla quale qualcuno ha sparato sette colpi di pistola (foto Luca Turi)
39enne pregiudicato ucciso a pistolettate Feriti alcuni passanti
BARI – Un pregiudicato di 39 anni, Giambattista Genchi, è stato ucciso con colpi di arma da fuoco in via Vittorio Veneto, nel rione cittadino di Carbonara. Dai primi accertamenti, pare che lo sparatore abbia usato un revolver. Sul posto sono intervenuti agenti della squadra Mobile e carabinieri.

Secondo una prima ricostruzione fatta dalla polizia, Genchi era a piedi quando è sopraggiunta un’auto dalla quale qualcuno ha sparato sette colpi di pistola, cinque dei quali hanno raggiunto il pregiudicato al volto.

Due passeggeri di un’auto che in quei frangenti transitava nella zona dell’agguato sono rimasti feriti in modo lieve alle mani dalle schegge del vetro della loro vettura, andato in frantumi. I due feriti sono stati medicati all’ospedale Di Venere di Bari.

La vittima era un ex sorvegliato speciale ma da qualche tempo non figurava legato formalmente a clan. Negli anni scorsi, in piena guerra di 'malà (2007-2008) nel territorio barese, invece, Genchi – sempre stando a fonti investigative – sarebbe stato vicino al clan Stramaglia.

Sul luogo dell’agguato si è recato il pm della Direzione distrettuale antimafia di Bari Patrizia Rautiis. Un primo esame necroscopico è stato eseguito sul posto dal medico legale Francesco Vinci, esperto di balistica, dell’Istituto di medicina legale dell’Università di Bari, al quale nelle prossime ore dovrebbe essere conferito dalla Procura l’incarico per l'autopsia sul corpo del pregiudicato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione