Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 22:08

Tornato in libertà Balducci: uccise reagendo a rapina

BARI – L'ex consigliere regionale della Puglia Enrico Balducci è tornato provvisoriamente in libertà, in attesa che il Tribunale di Sorveglianza di Taranto si pronunci sulla sua richiesta di affidamento ai servizi sociali. Il magistrato di sorveglianza, su richiesta dei difensori Raffaele Quarta e Antonio Del Vecchio, ha sospeso l’esecuzione della pena a 3 anni e 8 mesi, inflitta all’ex consigliere con una condanna definitiva per omicidio preterintenzionale
Tornato in libertà Balducci: uccise reagendo a rapina
BARI – L'ex consigliere regionale della Puglia Enrico Balducci è tornato provvisoriamente in libertà, in attesa che il Tribunale di Sorveglianza di Taranto si pronunci sulla sua richiesta di affidamento ai servizi sociali. Il magistrato di sorveglianza, su richiesta dei difensori Raffaele Quarta e Antonio Del Vecchio, ha sospeso l’esecuzione della pena a 3 anni e 8 mesi, inflitta all’ex consigliere con una condanna definitiva per omicidio preterintenzionale con l’attenuante della provocazione. Balducci è stato scarcerato mercoledì scorso con l’obbligo di non allontanarsi dalla provincia di Bari e di restare nella propria abitazione tra le 22 e le 7.

I fatti contestati a Balducci risalgono al 5 giugno 2010. L’ex consigliere regionale reagì ad un tentativo di rapina subito nel suo distributore di benzina di Palo del Colle, uccidendo il 23enne Giacomo Buonamico e ferendo il 25enne Donato Cassano. In primo grado, nell’aprile 2012, Balducci era stato condannato con rito abbreviato a 10 anni per omicidio volontario. I giudici della Corte di Assise di Appello riqualificarono le accuse e ridussero la pena a 3 anni e 8 mesi (confermata dalla Cassazione il 5 giugno scorso) “non essendo dubbio – scrivevano nelle motivazioni della sentenza – che Balducci abbia agito in stato d’ira per l’azione predatoria”.
Prima di recarsi in moto al distributore di carburante gestito da Balducci, infatti, i due avevano compiuto un’altra rapina al vicino supermercato Eurospin (Cassano è stato per questo condannato a 5 anni di reclusione).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione