Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 19:36

Dal 9 al 12 luglio la Puglia sfoglia il libro possibile

di MARIA GRAZIA RONGO
Libri, mare e buona cucina. Cosa chiedere di più all’estate made in Puglia? Un’e state che da tredici anni a questa parte è caratterizzata dal festival letterario «Il Libro possibile», nella splendida cornice di Polignano a Mare. Dal 9 al 12 luglio, dal tardo pomeriggio a notte inoltrata, nelle piazzette e sulle terrazze a strapiombo sul mare del centro storico della cittadina, ci saranno centinaia di autori, giornalisti, protagonisti del mondo culturale e dello spettacolo
Dal 9 al 12 luglio la Puglia sfoglia il libro possibile
di MARIA GRAZIA RONGO

Libri, mare e buona cucina. Cosa chiedere di più all’estate made in Puglia? Un’e state che da tredici anni a questa parte è caratterizzata dal festival letterario «Il Libro possibile», nella splendida cornice di Polignano a Mare. Dal 9 al 12 luglio, dal tardo pomeriggio a notte inoltrata, nelle piazzette e sulle terrazze a strapiombo sul mare del centro storico della cittadina, ci saranno centinaia di autori, giornalisti, protagonisti del mondo culturale e dello spettacolo, per dare vita a incontri sui temi dell’attualità, della narrativa, della politica, seguitissimi dal pubblico, sì da far registrare in ogni location, anche in contemporanea, il tutto esaurito. Saranno 164 gli autori coinvolti, 187 i relatori, 152 i libri presentati, con 33 case editrici di rilevanza nazionale, 43 case editrici minori, delle quali ben 40 sono pugliesi. «Numeri che fanno pensare a una programmazione decennale e non a soli quattro giorni di iniziative» – ha commentato il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ieri mattina durante la presentazione della manifestazione.

Con il governatore, a illustrare il programma, la direttrice artistica della manifestazione, Rosella Santoro, il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, l’assessore alla Cultura del Comune di Polignano, Marilena Abbatepaolo. Per la Provincia di Bari, c’era il presidente Francesco Schittulli, e non come per tradizione il vicepresidente, Nuccio Altieri, uno dei più forti sostenitori della manifestazione. L’assenza è dovuta al fatto di scongiurare un «incidente diplomatico», per stessa ammissione di Schittulli, considerando che Altieri ha dichiarato (sul suo profilo Facebook) di non condividere il prologo del Libro Possibile a Castellana Grotte, perché non rientrante nel progetto presentato dagli organizzatori alla Provincia.

La kermesse polignanese infatti quest’anno ha avuto un prologo e avrà un epilogo nelle vicine Grotte carsiche, in un connubio tra cultura e turismo che si è aperto con Stefano Benni, e continuerà il 14 luglio con Dario Fo, per concludersi il 21 luglio con Vinicio Capossela. E se tutti gli intervenuti (compreso un rappresentante di Banca Carime), rappresentanti degli enti che promuovono la kermesse, insieme a Camera di Commercio, Università di Bari e Apulia Film Commission, hanno evidenziato il rapporto tra cultura e turismo che per la nostra regione è ormai un modello, il governatore Vendola ha sottolineato come «il cartellone culturale dell’estate pugliese, non ha eguali in Europa e con ogni probabilità nel mondo».

Tra gli ospiti di punta della tredicesima edizione, Laura Boldrini, presidente della Camera dei Deputati, che interverrà nella serata finale il 12 luglio, nell’incontro con Giusi Fasano e Lucia Annibali, alle 22.45. Da segnalare, il focus su Vittorio Bodini, «Il fiore dell’amicizia», l’11 luglio, alle 21.30, con la visione di spezzoni del film Viviamo in un incantesimo di Giuliano Capani e un reading di Antonio Minelli; presenta Lucio Giannone. Tornano le «interviste impossibili» di Dario Vergassola, che, con Alberto Selvaggi, strapazzerà Andrea Scanzi. E poi intervisterà Elisa e Massimilano Fuksas, Marco Travaglio, Oscar Farinetti, Ferzan Ozpetek. Ci sarà anche lo «spazio bambini» con, tra gli altri, Paolo Comentale. E poi il «cinema possibile», con Francesca Neri, e la musica con Nicola Gaeta, Roberto Ottaviano.

Il 10 luglio a Polignano sarà anche il vincitore del Premio Strega. A inaugurare il Libro Possibile, il 9 luglio, alle 21, in piazza San Benedetto, la presentazione del volume di Bruno Forte, teologo, La trasmissione della fede, nel dialogo con Enzo Quarto. Tra gli appuntamenti della prima serata, dislocati tra piazza dell’Orologio, piazza San Benedetto, via Mulini, vico Porto Raguseo, balconata Santo Stefano, e piazza Moro, segnaliamo, alle 21.30, Luciano Canfora che conversa con il direttore della «Gazzetta», Giuseppe De Tomaso, su democrazia e oligarchia. Pane e amianto di Giuseppe Armenise, con l’intervento dell’as - sessore regionale Lorenzo Nicastro (ore 22). Dell’Italia migliore parlano Vladimir Luxuria e Enzo Magistà (22.15). Dialogo tra Eva Cantarella e Corrado Petrocelli su Perfino Catone scriveva ricette (22.30). Vendola parlerà con Luca Telese, su Berlinguer, t re n t ’anni dopo: la questione morale (22.45). In contemporanea, alle 23, Gennaro Sangiuliano dialoga con Lino Patruno su Una Repubblica senza patria. Storia d’Italia dal 1943 a oggi, e Gabriella Genisi presenta il suo romanzo Gioco pericoloso con Corrado Petrocelli e Michele Salomone. Infine torna sulla scena Paolo Hendel con il libro Come truffare il prossimo e essere felici. Con lui saranno Pino Gesmundo e Nicky Persico (23.45).

Tantissimi anche gli ospiti che si avvicenderanno a ritmo serrato nelle serate successive, da Margaret Mazzantini a Giovanni Minoli, da Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella a don Antonio Mazzi, e ancora, Paolo Giordano, Pierluigi Battista, Federico Rampini, Cecile Kyenge, Carlo Freccero, Giuliana Sgrena, Marino Sinibaldi, Gianrico e Francesco Carofiglio, Selvaggia Lucarelli, Marcello Veneziani, Vittorio Sgarbi, Pietrangelo Buttafuoco, Paolo Mieli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione