Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 12:59

Incendio in una villa morti anziani fratelli

di NICOLA MANGIALARDI
BARI - Due persone, Nicola e Anna Di Turi rispettivamente di 85 e di 75 anni, fratello e sorella sono morti all’alba nell’ incendio della loro villetta in via Barletta a Modugno. Lui era vedovo, lei da tempo era costretta a vivere su una sedia a rotelle. Le fiamme, secondo i primi accertamenti, potrebbero essersi sprigionate per un corto circuito. I due anziani - secondo una prima ispezione del medico legale - sarebbero morti per asfissia da fumo; l’uomo sarebbe rimasto bloccato in casa nel tentativo di portare all’esterno della villetta la sorella invalida. (Foto Luca Turi)
Incendio in una villa morti anziani fratelli
di NICOLA MANGIALARDI
BARI - Tragica morte questa mattina, poco dopo l’alba, per due anziani che sono rimasti intrappolati nelle fiamme della loro abitazione e sono morti per asfissia. Le vittime sono Nicola Di Turi, 81enne, pensionato delle ferrotranviarie, vedovo da un anno e padre di quattro figli e la sorella Anna 75 anni, nubile e invalida al cento per cento, ex vice direttrice dell’ufficio postale cittadino. Le due vittime la notte scorsa dormivano da sole nelle rispettive abitazioni.

A stabilire la causa della morte è stata l’ispezione cadaverica effettuata sul posto dal medico legale, il prof. Francesco Introna. A dare l’allarme sono stati i dirimpettai delle vittime che vedendo le fiamme hanno chiamato i carabinieri, i vigili del fuoco e un’ambulanza del centodiciotto, prontamente intervenuti ma che non hanno potuto far altro che accertare il decesso del fratello e della sorella.

Secondo la prima ricostruzione del fatto sembrerebbe che il fuoco sia stato causato da un corto circuito all’impianto elettrico della casa della donna che abitava al piano rialzato del civico 13 di via Barletta, in pieno centro cittadino, anche se non si escludono eventuali altre cause accidentali che sono al vaglio degli investigatori.

Il fratello che abitava al primo piano, sopra la sorella, preoccupato di salvarla, anche, in considerazione del fatto che la donna non aveva la gamba sinistra e per camminare doveva indossare una protesi, è sceso al piano di sotto ed è riuscito ad entrare nell’appartamento ma le fiamme li hanno imprigionati nel soggiorno cucina e i fumi li hanno intossicati mortalmente.

Per i due anziani non c’era più nulla da fare. I corpi sono stati trasportati all’obitorio del Policlinico di Bari. Il magistrato non ha disposto l’autopsia e quindi i funerali verranno celebrati domani. Intanto in via precauzionale sono state fatte evacuare le due famiglie della bifamiliare adiacente perché sembrerebbe cha l’intero corpo di fabbrica ha riportato seri danni alle strutture portanti tanto da renderla inagibile.

Per questa ragione, mentre i tecnici dell’enel e dell’azienda del gas hanno isolato le utenze della palazzina costruita negli anni settanta, il sindaco di Modugno Nicola Magrone ha emesso una ordinanza di provvisoria inagibilità delle quattro abitazioni in attesa delle verifiche statiche che verranno effettuate nei prossimi giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione