Lunedì 20 Agosto 2018 | 05:03

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

La difesa

Xylella, i legali degli indagati
«Nostre analisi come dati Procura»

Francesco Paolo e Onofrio Sisto, difensori dei cinque ricercatori: «Non c'è stato dolo nè inganno da parte dei ricercatori baresi» dell’Università, Cnr e Iam, indagati dalla magistratura di Lecce

ulivi colpiti da xylella

BARI - «Non c'è stato dolo nè inganno da parte dei ricercatori baresi» dell’Università, Cnr e Iam, indagati dalla magistratura salentina nell’ambito dell’inchiesta sulla diffusione della Xylella. Lo sostengono gli avvocati Francesco Paolo e Onofrio Sisto, difensori dei cinque ricercatori, che in una conferenza stampa convocata a Bari hanno tentato di smontare le accuse della Procura sostenendo che, dati alla mano, «le opinioni scientifiche dei cinque ricercatori sono in assoluta linearità e coerenza con quelle dei consulenti della Procura».
 

li scienziati baresi, in concorso colposo con altre cinque persone tra le quali l’ex commissario straordinario per l'emergenza Xylella, Giuseppe Silletti sono indagati a vario titolo di diffusione di una malattia delle piante, violazione dolosa delle disposizioni in materia ambientale, falso materiale commesso da pubblico ufficiale in atti pubblici, falso ideologico, getto pericoloso di cose, distruzione o deturpamento di bellezze naturali. Secondo i difensori, la Procura accusa in sostanza di negligenza i ricercatori sulla base di dati grezzi risalenti a maggio 2015, nei quali si ipotizzava una variabilità genetica del batterio che poi è invece stata esclusa nel luglio successivo. Sia i consulenti della procura, sia i ricercatori indagati - sottolineano i legali - sono arrivati alla conclusione che il ceppo di Xylella che infetta gli alberi è uno solo: la sottospecie «pauca», ceppo CoDiRO (ST53). «Nessuno dei cinque scienziati indagati ha quindi tratto in alcun modo in errore nessuno, tantomeno la comunità europea e le istituzioni chiamate a decidere», hanno ribadito i difensori. Peraltro, "agli scienziati non spetta il compito di prendere decisioni, ma quello di fornire alle istituzioni gli elementi utili per farlo». I legali contestano inoltre alla Procura anche l'individuazione delle aree infette che, secondo i pm avrebbero spesso i confini di particelle catastali, ma che in alcuni casi sono individuate in aree senza vegetazione e addirittura cementificate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

C'è un fondo americano per salvare Interporto dal crac

C'è un fondo americano per salvare Interporto dal crac

 
Bari, mercato in via Amendola entro fine anno

Bari, mercato in via Amendola entro fine anno

 
Bari, tra bivacchi e giacigli: la vita degli «invisibili»

Bari, dopo la visita di Salvini tornano i barboni in città

 
Contro esodo, Statale 17 Monopoli/Polignano: 4 km di coda per tamponamento

Contro esodo, Statale 16 Monopoli/Polignano: 4 km di coda per tamponamento

 
Il tour operator Soleair denuncia: «Noi truffati da Aviro Air adesso diciamo basta»

Il tour operator Soleair denuncia: «Noi truffati da Aviro Air»

 
Bari, incidente d'auto in via Giulio Petroni: 3 feriti

Bari, incidente d'auto in via Giulio Petroni: 3 feriti

 
Ponte pedonale abbandonato tra Japigia e MadonnellaAssessore Galasso: «Lavori dovrebbero partire a settembre»

Ponte pedonale a rischio a Japigia. Assessori: «Lavori a settembre»

 
Vanno via i rinforzi della Polizia, il sindaco protesta ma solo sul web

Vanno via i rinforzi della Polizia, il sindaco protesta ma solo sul web

 

GDM.TV

Bari, ecco il ponte che da anni minaccia il rione Japigia: un giro fra degrado e sporcizia

Bari, ecco il ponte che da anni minaccia il rione Japigia: un giro fra topi e degrado

 
Ruba auto per consegna di farmaci, il proprietario lo scopre e lui lo trascina per 20mt con la macchina: arrestato

Ruba auto per consegna di farmaci e trascina il proprietario per 20mt: arrestato

 
Salento, 10 soccorsi per mare mossoUno motoscafo rischia di affondare

Salento, 10 soccorsi per mare mosso: un motoscafo rischia di affondare

 
Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 

PHOTONEWS