Giovedì 16 Agosto 2018 | 00:40

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Rifiuti

Emiliano: ecco il nuovo piano. Strategia incentrata sugli impianti pubblici

Per il direttore del Dipartimento ecologia della Regione Puglia, Barbara Valenzano, «la nuova strategia sulla gestione dei rifiuti non prevede la realizzazione di nuove discariche e di nuovi impianti di incenerimento»

Emiliano, ecco il nuovo piano. Strategia incentrata sugli impianti pubblici

BARI- «Il nuovo piano dei rifiuti centralizza tutta la strategia sugli impianti pubblici ed è per questo rivoluzionario rispetto al passato». Lo ha spiegato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, presentando oggi a Bari il documento di proposta del piano di gestione dei rifiuti urbani e le attività di consultazione, con tre tavoli di confronto (il 26 ed il 28 giugno), nella 'casa della partecipazionè presso la Fiera del Levante.

«Alcuni grandi imprenditori speravano non avessimo la forza di presentarlo, ma a noi il coraggio non manca e voglio chiarire che il piano non ha intenzione di distruggere le aziende private che si occupano dei rifiuti in Puglia. Vogliamo sia chiaro - ha aggiunto Emiliano - che la strategia la realizza la Regione con i Comuni e che i privati devono obbedire agli interessi generali della popolazione. I privati sono insomma benvenuti, ma l’epoca in cui erano loro a costruire la strategia è finita. In questa maniera sarà più equilibrato e con maggiore concorrenza anche tutto il mercato della filiera del riciclo industriale».

Secondo Emiliano «servono adesso imprese che utilizzino i materiali provenienti dalla raccolta differenziata per farne oggetto di produzione industriale. E’ un aspetto che fa parte della legge sull'economia circolare che stiamo studiando per prevenire la produzione dei rifiuti e per utilizzare in maniera economicamente apprezzabile tutto ciò che si differenzia». Emiliano nel «ringraziare i cittadini per l’impegno nella raccolta differenziata, testimoniato dal balzo in avanti del 12-13% negli ultimi due anni», ha poi sottolineato che «la bozza del piano dei rifiuti sarà sottoposta all’applicazione della legge sulla partecipazione».
All’incontro sono intervenuti il commissario Ager, Gianfranco Grandaliano, il direttore del Dipartimento ecologia, Barbara Valenzano, e la consigliera per l’attuazione del programma regionale, Titti De Simone. Il documento di proposta, il calendario dei tavoli e l’invito alle consultazioni sono disponibili sul sito partecipazione.regione.puglia.it/piano-regionale-rifiuti-urbani.

Per il direttore del Dipartimento ecologia della Regione Puglia, Barbara Valenzano, «la nuova strategia della Regione Puglia sulla gestione dei rifiuti non prevede la realizzazione di nuove discariche e di nuovi impianti di incenerimento». «Non prevediamo nuovi inceneritori, ma semplicemente il riefficientamento degli esistenti ai fini del trattamento del combustibile solido secondario, nella logica dell’end of waste, nel rispetto delle migliori e ultime tecniche disponibili che prevedendo il rispetto di limiti inferiori, di diversi ordini di grandezza rispetto a quelli disposti dal Codice dell’Ambiente, per garantire la massima tutela della salute e degli ecosistemi».

Tra le principali novità Valenzano ha poi sottolineato che "il nuovo piano riguarda la gestione di tutti i rifiuti, non solo gli urbani ma anche gli speciali, oltre a quelli derivanti dalle attività di bonifica e quelli derivanti dal trattamento dei fanghi». «Abbiamo ampliato quindi - ha sostenuto - il campo d’azione rispetto al precedente piano. Prevediamo l’introduzione di nuovi impianti e tecnologie per il recupero di plastica, vetro, carta e cartone, Raee (apparecchiature elettriche ed elettroniche), imballaggi che nella Regione Puglia non sono attualmente presenti, ed il recupero dell’organico, unitamente ai fanghi».

«Con la realizzazione del nuovo piano rifiuti e quindi con l'introduzione di centri di raccolta, impianti di recupero materia, di trattamento e recupero di plastica/vetro/cartone, Raee, organico e soprattutto con impianti di trattamento meccanico più spinto, riusciremo - ha concluso la Valenzano - già nel 2020 a raggiungere il 65-70% di raccolta differenziata. Per il 2025 l’obiettivo è di avere al massimo il 10 per cento dei rifiuti in discarica e trattamento residuale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, accoltella l'ex suocero e il compagnodella sua ex fidanzata: due in in fin di vita

Bari, accoltella l'ex suocero e il compagno della sua ex fidanzata: due in fin di vita

 
Altamura, black out all'ospedale paura nel reparto dialisi

Altamura, black out all'ospedale
paura nel reparto dialisi

 
Molfetta, fiamme in autodemolizione: distrutte alcune auto

Molfetta, fiamme in autodemolizione: distrutte alcune auto

 
Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Bar, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

Bari, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

 
Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. I penalisti: meglio tardi che mai

 
Crollo ponte, Decaro: «Vicino al sindaco, siamo con te»

Crollo ponte, Decaro: «Vicino al sindaco, siamo con te»

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS