Sabato 23 Giugno 2018 | 00:52

il politecnicno di Bari

«Almalaurea», dati occupazione
presentati all’Università di Torino

I dati sull’occupazione di «Almalaurea», presentati oggi all’Università di Torino

Il lavoro arriva presto per i laureati magistrali del Politecnico di Bari, quelli cioè che hanno proseguito il ciclo degli studi con una laurea specialistica biennale, dopo la triennale di primo livello. Ad un anno di distanza dal conseguimento del titolo, il tasso di occupati è del 74.6%, in aumento rispetto alla stessa indagine dell’anno scorso (72%) e più alto rispetto alle medie  nazionale (73.9%) e regionale (64.9%). A cinque anni dal titolo, il tasso di occupazione dei laureati al Politecnico di Bari si attesta al 96.2% (era del 92.4% nell’indagine Almalaurea 2017), contro il tasso nazionale dell’87.3% e quello pugliese dell’82.3%. Sono alcuni dei dati contenuti nell’ultima indagine sul “profilo e la condizione occupazionale dei laureati italiani”, realizzata da “Almalaurea”, consorzio tra atenei specializzato in questo genere di rilevazioni e presentata stamattina in un convegno sui giovani e il lavoro, all’Università di Torino.  


«I dati di Almalaurea – commenta il rettore del Politecnico, Eugenio Di Sciascio – rappresentano la fotografia di un ateneo giovane ma ben affermato, sia nel contesto, non facile, del territorio in cui opera sia in quello nazionale e internazionale, in grado di dare prospettive concrete ai suoi studenti».


L’indagine ha coinvolto 74 università italiane e si compone di due documenti: quello sul profilo dei laureati, per un totale di 276mila laureati nel 2017 e quello sulla condizione occupazionale, per il quale Almalaurea ha intervistato oltre 630 mila laureati, di primo e secondo livello, negli anni 2016, 2014 e 2012, contattati rispettivamente, a uno, tre e cinque anni dal titolo. Per quanto riguarda il Politecnico di Bari, l’indagine ha riguardato, complessivamente, 5.485 laureati. In Puglia, invece, l’indagine ha riguardato complessivamente 25.958 laureati distribuiti nelle università della regione. I dati si concentrano sull’analisi delle performance dei laureati triennali e magistrali biennali usciti dalle rispettive università nel 2016 e intervistati a un anno dal titolo e su quelle dei laureati magistrali biennali, usciti nel 2012 e intervistati dopo cinque anni.

Ad un anno dalla laurea

I dati più significativi sono riassunti nella parte dedicata ai laureati magistrali a un anno dal titolo: oltre ad una percentuale di occupati sopra la media nazionale, è da sottolineare come il 74% di questi abbia trovato lavoro dopo aver ottenuto l’agognata pergamena, mentre un 11.7% prosegue un lavoro iniziato già prima della laurea e il resto ha trovato una nuova occupazione. Il 26% ha un contratto da dipendente a tempo indeterminato, mentre il 27,5% un lavoro non standard (in particolare da dipendente a tempo determinato). L’8,4% svolge attività autonoma (come libero professionista, imprenditore, ecc.), mentre il lavoro part-time coinvolge il 13,2% degli occupati. La retribuzione media è di 1.187 euro mensili netti (in linea con quella nazionale di 1.153) e il 55,9% degli occupati ritiene la laurea conseguita molto efficace o efficace per il lavoro che sta svolgendo; inoltre il 42,2% dichiara di utilizzare in misura elevata, nel proprio lavoro, le competenze acquisite durante il percorso di studi.


A cinque anni dalla laurea

Il tasso di occupazione dei laureati magistrali biennali del 2012, intervistati a cinque anni dal

titolo, è del 96,2%; quelli assunti con contratto a tempo indeterminato sono il 71,8%, mentre quelli che svolgono un lavoro non standard sono il 12,4%. Svolge un lavoro autonomo il 12,1% e il lavoro part-time coinvolge il 4,9% degli occupati. Le retribuzioni arrivano in media a 1.624 euro. Il 61,1% degli occupati ritiene la laurea conseguita molto efficace o efficace per il lavoro

che sta svolgendo; il 48,6% dichiara di utilizzare in misura elevata, nel proprio lavoro, le competenze acquisite durante gli studi universitari.


Le prospettive al centro

«L’obiettivo dell’occupazione e, ancor più, dell’occupazione qualificata, è per noi una priorità tale da orientare tutte le attività accademiche e questo accresce la nostra reputazione», dichiara il rettore Di Sciascio. «Lo dimostra, per esempio, la grande partecipazione di aziende che abbiamo registrato all’ultimo career fair – aggiunge il rettore – la fiera delle carriere organizzata dal nostro ufficio placement con due giorni di presentazioni, colloqui e seminari sul mondo del lavoro e le opportunità del momento. Lo conferma il nostro rapporto, sempre più stretto, con le imprese innovative con le quali avviamo laboratori pubblico-privati per la ricerca scientifica e il trasferimento tecnologico (sono sempre più numerosi) in cui i nostri ricercatori, i docenti e gli studenti operano insieme al personale delle aziende su progetti innovativi di comune interesse».


In quali settori trovano lavoro

L’85,9% dei laureati è inserito nel settore privato, mentre il 13,2% nel pubblico. La restante quota lavora nel non-profit (0,6%). L’ambito dei servizi assorbe il 44,3%, mentre l’industria accoglie il 53,4% degli occupati. Marginale è infine la quota di chi lavora nel settore dell’agricoltura. «L’obiettivo dell’occupazione – riprende il rettore – orienta costantemente anche l’aggiornamento dei corsi di laurea; per il nuovo anno accademico abbiamo ulteriormente rinnovato l’offerta formativa e, proprio nei giorni scorsi, abbiamo approvato anche un ulteriore percorso di eccellenza, con forte interazione con le aziende, per laureati magistrali. I giovani e le loro famiglie – conclude Di Sciascio – ci premiano con la loro fiducia, come dimostrano le immatricolazioni in aumento, nell’ultimo triennio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Baglioni in concerto a Bari, aggiunta la data dell'8 novembre

Baglioni in concerto a Bari, aggiunta la data dell'8 novembre

 
Tournée del Petruzzelli, 13 minuti di applausi a Tokyo

Tournée del Petruzzelli, 13 minuti di applausi a Tokyo

 
Reclutavano migranti nei Cara, condannati 4 somali

Reclutavano migranti nei Cara, condannati 4 somali

 
Palagiustizia Bari, i magistrati confermano lo stato di agitazione

Avvocati: decreto da impugnare
Magistrati: resta stato di agitazione
Rinvio dei processi, mille notifiche al dì

 
Assostampa: Regione Puglia revochi bando webTv

Assostampa: Regione Puglia revochi bando webTv

 
goletta verde Legambiente

Mare illegale, la Puglia seconda in Italia

 
sporcaccioni beccati a Bari mentre gettano rifiuti illegalmente

Sporcaccioni a Bari, sono 180 le multe nelle ultime due settimane

 

MEDIAGALLERY

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

 
Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città, invisibili ai turisti

Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città

 
La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

 
Rapina all'Auchan di Taranto, panico tra la gente

Rapina all'Auchan di Taranto, arrestati un 18enne e un 16enne incensurati Vd

 
Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

 
Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

 
Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

 
Mancini a Matera: «Il Brasile vincerà il Mondiale»

Mancini a Matera: «Nel 2019 l'Italia qui per giocare una partita»

 
Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

 
Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Parte il test globale sulla salute degli oceani

Parte il test globale sulla salute degli oceani

 
Italia TV
Boom di farmaci falsi, due su tre contro l'impotenza

Boom di farmaci falsi, due su tre contro l'impotenza

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Economia TV
Accordo Eurogruppo su Grecia, ok alleggerimento debito

Accordo Eurogruppo su Grecia, ok alleggerimento debito

 
Meteo TV
Previsioni meteo per venerdi', 22 giugno 2018

Previsioni meteo per venerdi', 22 giugno 2018

 
Calcio TV
Messi male, e la papera Caballero

Messi male, e la papera Caballero

 
Spettacolo TV
Una vita spericolata, diventare criminali per caso

Una vita spericolata, diventare criminali per caso