Mercoledì 15 Agosto 2018 | 01:26

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

il naufragio costò la vita a 12 persone e il ferimento di altre 64

Norman Atlantic, dopo 3 anni
chiuse indagini per 32 indagati

Una serie di negligenze e successivi errori consentirono al rogo di propagarsi nella nave fino a diventare indomabile

Norman Atlantic, iniziate a Bari le operazioni di svuotamento

BARI - La notte del naufragio a bordo del traghetto Norman Atlantic regnarono confusione e panico. Al netto delle accertate violazioni al codice della navigazione e in materia di sicurezza, tutto ciò che accadde nelle fasi di evacuazione è la vera causa della morte di tanti passeggeri. In 12 sui 519 a bordo persero la vita e 19 persone non sono mai state ritrovate.
Il naufragio avvenne, nella notte, il 28 dicembre 2014 al largo delle coste albanesi dopo un rogo scoppiato a bordo. La motonave viaggiava dalla Grecia in direzione Ancona con il mare in burrasca e temperature glaciali. Le indagini della Procura di Bari sono state chiuse a carico di 32 indagati (30 persone fisiche e le due società Visemar e Anek Lines) e hanno accertato che l’origine delle fiamme fu un camion frigo lasciato con motore acceso, perché non c'erano abbastanza prese di corrente.
Una serie di negligenze e successivi errori (impianto antincendio inidoneo e attivato sul ponte sbagliato, allarme dato in ritardo) avrebbe poi consentito al rogo di propagarsi nella nave fino a diventare indomabile. Quindi le fasi dell’evacuazione, con scialuppe calate senza che i ponteggi fossero messi in sicurezza, causando così - secondo quanto accertato - la caduta in mare e la morte di alcuni passeggeri.

In quegli attimi il panico non investì solo i viaggiatori ma anche il personale di bordo. In molti - hanno accertato gli investigatori della Capitaneria di Porto ai quali la Procura ha delegato le indagini e poi i periti nominati dal Tribunale durante l’incidente probatorio sul relitto - non avrebbero eseguito il proprio compito: dai giubbotti salvagente da distribuire ai passeggeri, all’organizzazione degli imbarchi sulle scialuppe di salvataggio. Sei membri dell’equipaggio sono accusati anche di abbandono nave.

Agli indagati i pm Ettore Cardinali e Federico Perrone Capano contestano, a vario titolo, i reati di cooperazione colposa in naufragio, omicidio colposo e lesioni colpose plurime oltre a numerose violazioni sulla sicurezza e al codice della navigazione. Tra questi ci sono il legale rappresentante della Visemar, società proprietaria del traghetto, Carlo Visentini, i due legali rappresentanti della greca Anek Lines, noleggiatrice della motonave, il comandante Argilio Giacomazzi e 26 membri dell’equipaggio.
Tutti, a partire dai vertici, avrebbero sottovalutato i rischi e non avrebbero saputo gestire l’emergenza. In attesa del processo, il relitto annerito dalle fiamme, tuttora sottoposto a sequestro probatorio, resta ormeggiato nel porto di Bari. Ancora oggi, dal febbraio 2015, accoglie i turisti dinanzi al terminal crociere ma sono in corso trattative con l’Autorità Portuale perché venga rimorchiato verso una banchina più periferica. (di Isabella Maselli, ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Bar, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

Bari, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

 
Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. I penalisti: meglio tardi che mai

 
Crollo ponte, Decaro: «Vicino al sindaco, siamo con te»

Crollo ponte, Decaro: «Vicino al sindaco, siamo con te»

 
Alla figlia serve un certificato per lavorare, ma l'ufficio è chiuso: «Se ne vada al mare»

Alla figlia serve un certificato per lavorare, ma l'ufficio è chiuso: «Se ne vada al mare»

 
Palagiustizia, se ci sono le condizioni, il trasloco si può rinviare

«Palagiustizia Bari, se ci sono le condizioni, il trasloco si può rinviare»

 
Bari, agente penitenziario si suicida con la pistola d'ordinanza, Mastrulli: «Una perdita immensa»

Agente penitenziario barese si suicida con la sua pistola in Toscana

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 16 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS