Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 21:47

A Valenzano

Il 18 ottobre «Latte 4.0
Istruzioni per il futuro»

Il 18 ottobre «Latte 4.0  Istruzioni per il futuro»

BARI - Alimento nobile della dieta mediterranea e non commodity, in cui il prezzo prevale sul valore nutrizionale. La conoscenza del latte come punto chiave nel passaggio dall’essere masticatori fino al divenire consumatori consapevoli. Sono gli obiettivi di “Latte 4.0 Istruzioni per il futuro” che si terrà martedì 18 ottobre a Valenzano (BA) nel l’Aula Magna del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari. Una no stop dalle ore 9 alle ore 19, in cui su iniziativa della Condotta Slow Food delle Murge, presieduta dal dirigente medico veterinario Michele Polignieri, il latte tornerà ad essere una produzione agricola e non più un bene in commercio.

Ci si soffermerà da un punto di vista scientifico, con ospiti prestigiosissimi in arrivo da tutta Italia, sulle ricadute per la salute umana quando vengono utilizzare tecnologie ostili alla natura del latte ed alla natura umana. Si parlerà dell’aspetto nutrizionale, misurabile, ed in che modo possa essere inficiato dai vari sistemi di allevamento. Ci saranno testimonianze tecniche concrete, con dati utilizzabili e condivisibili, di quanto la gestione "welfare" degli allevamenti, rispetto ad un management intensivo, possano incidere positivamente sia sul profilo nutrizionale ed aromatico dell’alimento agricolo latte, che su quello nutrizionale ed aromatico dei suoi derivati, quando non retrocesso al rango di "merce" o di banale liquido bianco. Far conoscere il latte, e le sue qualità nutrizionali, è il pilastro sul quale l’assessore regionale Leonardo Di Gioia si è soffermato nel corso della conferenza stampa di presentazione.

Il latte è un pilastro della nostra cultura silvo pastorale, ma il suo continuo calo nei consumi segnala errate convinzioni: e, invece, può essere regolarmente utilizzato in un regime alimentare di dieta mediterranea. A Valenzano, martedì 18 ottobre, ci si soffermerà anche su come una globalizzazione selvaggia dei mercati abbia sistematicamente violato tutto il panorama della produzione agroalimentare di qualità.

Ad evidenziare il grande valore di “Latte 4.0 Istruzioni per il futuro” ci i n. 8 crediti ECM dall’uff. Formazione ASL BARI per medici, medici e medici veterinari igienisti, biologi nutrizionisti, tecnici della prevenzione del SSN. Prestigiosi i partenariati dell’evento organizzato da Slow Food Murge e Assessorato Regionale alle Risorse Agroalimentari Puglia con “Il sogno di Arlecchino – Ricerca e tutela biodiversità” di Altamura, e patrocinio di Min. Salute, Ministero Politiche Agricole, Accademia Georgofili di Firenze, Ist. Naz. Sociologia Rurale di Roma.

Un esempio di come la scienza possa comunicare ai consumatori? Ecco svelato il «Manifesto della mozzarella», le 10 cose da sapere prima di comprarla, che è la sintesi dell’intervento che farà il professore associato Michele Faccia il 18 ottobre a Valenzano.
Segnaliamo, infine, la possibilità per i gourmet di partecipare alla Cena di Gala a fine evento, a cura di Slow Food Murge nel ristorante panoramico Grand Hotel delle Nazioni di Bari, info e prenotazioni 340-4077430.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400