Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 03:13

Camera Civile, solidarietà ad avvocati insultati

LECCE - In relazione «ai gravissimi fatti successivi all’assassinio della giovanissima Noemi», la Camera Civile Salentina esprime «stima e la più sincera solidarietà» ai colleghi avvocati che nei giorni scorsi hanno subito «minacce e insulti» ad opera del «partito dei forcaioli» per avere assunto, "peraltro doverosamente» la difesa del minorenne reo confesso dell’omicidio della giovane.

«La Camera civile - scrive in una nota il presidente Salvatore Donadei - coglie l’occasione per dare il suo contributo per una auspicabile crescita morale e civile della società, evidenziando a coloro che, forse, non sanno, o fingono di dimenticare, come la figura dell’avvocato rappresenti sempre presidio di legalità e di giustizia, mentre la sua funzione di mediazione tra il singolo cittadino e l’apparato giudiziario costituisca elemento essenziale di una società democratica».

«Come è stato acutamente osservato, infatti - è detto inoltre - proprio la massima estensione possibile dei diritti di difesa del privato cittadino di fronte alla comunità dei consociati, che lo accusa per bocca del pubblico ministero, è il nerbo dell’autorevolezza della sentenza che verrà pronunciata: è la Difesa che con il suo efficace contraddittorio, conferisce legittimazione ai pronunciamenti dei Giudici, mentre con la sua presenza l’avvocato assicura il controllo sociale dei cittadini sulla giustizia, in modo che l’accertamento della verità storica avvenga secondo le procedure e le regole predefinite dalla Legge».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400