Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 06:19

dal 13 ottobre

Il sapore del calzone
attirerà i buongustai
nel centro di Acquaviva

calzone di cipolla

di FRANCO PETRELLI

Non si è spento il ricordo del volo della mongolfiera che si è librata magnificamente in volo l’altra notte, da piazza Vittorio Emanuele, il cuore nobile della città pronto a riaprire le porte a migliaia di persone, non sono trascorse molte ore dai primi clic delle macchinette obliteratrici che hanno timbrato i biglietti degli acquavivesi, appena di ritorno, sulla metropolitana di Milano e ben riconoscibili dall’abbronzatura, che già nella «piazza eterna» di Acquaviva è apparso il programma della 46esima «Sagra del calzone», che, insieme al mercatino dell’antiquariato, dell’usato e dell’artigianato, si svolgerà dal 13 al 15 ottobre.

La prelibata pizza rustica, resa squisita dalla cipolla «rossa» nazionale e prodotta da secoli nelle campagne acquavivesi, è ormai di casa in diversi ristoranti nella metropoli del Duomo e della Scala.

Infatti il 24 settembre 2015, in concreto due anni fa, il «calzone» è stato ufficialmente proposto all’Urban Center meneghino in galleria Vittorio Emanuele all’amministrazione comunale, allora guidata da Giuliano Pisapia, e a tanti operatori lombardi della ristorazione.

La «mission» sui Navigli dovrebbe avere ampliato gli orizzonti commerciali della specialità di cipolla, di altre delizie gastronomiche e del vino primitivo, simboli pregiati di questo territorio.

I quali verranno riproposti in questa sagra, nata a ottobre del 1971 e diventata una delle più note nell’intera Puglia e nelle regioni vicine.

È inimmaginabile il numero di persone, incontratesi ad Acquaviva per gustare una fetta di calzone, applaudendo i Camaleonti, guidati dal concittadino Livio Macchia, e poi Checco Zalone, Fiorella Mannoia, Don Backy, Rita Pavone, Nino Frassica, Carmen Russo, Riccardo Fogli, Pino Campagna, il compianto Little Tony e tante altre vedette del mondo dello spettacolo. L’ultima «star» in ordine di tempo, l’anno scorso, è stato Nunzio Favia, in arte Cucciolo», il barese ex batterista dei Dik Dik, che ha presentato il celebre repertorio della band milanese nella formazione «Cucciolo già Dik Dik-La storia dei Dik Dik».

Quest’anno gli organizzatori hanno puntato su «Voci Sole», un gruppo tutto femminile, costituito da 5 cantanti e 4 musiciste, un concentrato melodico variegato che fa dell’eclettismo la base portante del concerto, che si terrà in piazza Vittorio Emanuele, alle 21 del 15 ottobre.

La coltivazione della cipolla rossa sfrutta tecniche particolarmente ingegnose di recupero dell’acqua sorgiva, presente nelle falde, condotta in superficie con le norie, immessa in capienti vasche e riportata nei terreni attraverso una serie di canali. Così nasce la cipolla di Acquaviva, famosa per la sua dolcezza e la sua forma discoidale.

I bulbi più grandi verranno premiati all’inizio della sagra, venerdì 13 ottobre, alle 20,30, in piazza Vittorio Emanuele.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400