Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 19:43

il 12 agosto

Lucera, dopo 10 anni
il «torneo delle chiavi»

Cinque «Porte» si sfideranno il 12 agosto per contendersi il palio. E il giorno dopo il corteo storico con 200 figuranti

torneo delle chiavi a Lucera

di RICCARDO ZINGARO

LUCERA - Cresce con il passare dei giorni il fermento e la mobilitazione per i due eventi più attesi dell’agosto lucerino: il «torneo delle chiavi» che mancava da una ventina d’anni in città, oltre al consueto corteo storico. Gli appuntamenti sono previsti rispettivamente il 12 e 13 agosto, prima delle feste patronali. Se il corteo storico è un appuntamento che si è ripetuto quasi ininterrottamente dal lontano 1983, per l’amatissimo «torneo delle chiavi» fervono i preparativi, con evidente entusiasmo tra la popolazione e anche sui social, in particolare su Facebook sulla pagina «torneo delle chiavi Lucera».

Nelle ultime settimane è stato svolto un grande lavoro di recupero delle tradizioni, seppure recenti, e di coordinamento tra associazioni locali, con l’impegno di decine di volontari tra sarte, falegnami, artisti, e altre figure che hanno aderito al progetto. «Non ci aspettavamo una tale partecipazione e ne siamo rimasti sinceramente sorpresi» dicono gli organizzatori «tant’è che ormai non riusciamo a tenere il conto preciso di quanti lavorano giorno e notte all’allestimento di un appuntamento che evidentemente è nel cuore dei lucerini. Non immaginavamo nemmeno un tale senso di appartenenza ai quartieri, rappresentati dalle antiche Porte, così che già si possono ammirare gli ornamenti e gli stendardi con cui ciascun rione sta colorando la città».

Promotori dell’iniziativa sono gli «Sbandieratori e musici città di Lucera», il cui presidente, Marcello Calabrese, un veterano del corteo storico, ha coordinato gli altri sodalizi: Danzarte, Follorum Ensemble, Liu.Bo., ed altri in corso di adesione. La direzione artistica è stata affidata a Mosè La Cava, artista lucerino che ha al suo attivo la collaborazione a una decina di edizioni, mentre condirettore è Francesco Loconte, segretario degli «Sbandieratori», cui è affidata la macchina organizzativa. Saranno 5 le squadre (Porta Albana, Porta Foggia, Porta San Giacomo, Porta San Severo e Porta Troia), tante quante erano storicamente quelle aperte nelle mura della città, che la sera del 12 agosto in piazza Matteotti, si contenderanno il palio nei vari giochi. Tra una gara e l’altra non mancheranno spettacoli di giocolieri, sputafuoco e danzatrici, con musica medievale suonata dal vivo.

Il pomeriggio del giorno seguente ci sarà il corteo storico, composto da oltre 200 figuranti, sfilerà dalla fortezza svevo-angioina, attraversando le vie principali del centro, fino in piazza Duomo, tra spettacoli di sbandieratori e musica. Sono previste diverse novità in entrambe le giornate improntate sullo stile degli inizi del XIV° secolo che promettono di incantare gli spettatori. L’illustrazione ufficiale delle manifestazioni avverrà il 10 agosto al parco Verdevivo nel corso di una serata-evento a carattere strettamente medievale. Sarà l’occasione per presentare i componenti delle squadre e illustrare il programma dettagliato degli appuntamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400